Final Destination: persone sfortunate decedute poco dopo aver ingannato la morte

Commenti Memorabili CM

Final Destination: persone sfortunate decedute poco dopo aver ingannato la morte

| 13/06/2019
Final Destination: persone sfortunate decedute poco dopo aver ingannato la morte

Chi di voi ha avuto il piacere di vedere la saga di Final Destination?

Per tutti quelli che purtroppo (o per fortuna) dovessero averlo perso, illustriamo brevemente questa trama mirabolante. Nel primo capitolo della saga, alcuni ragazzi sfuggono ad un incidente aereo grazie alla premonizione di un loro amico. Peccato però che nel corso del film finiranno per cadere uno dopo l’altro.

Morale della pellicola (e delle innumerevoli successive)? Non si frega la morte. L’idea, piuttosto interessante per il 2000, segue un corso molto splatter che sequel dopo sequel inizia a puzzare di stantio. Prima l’aereo, poi l’autostrada, le montagne russe e persino auto da corsa nella pellicola 3D.

Ma è solo un film, no? Insomma, queste cose non succedono mica nella vita reale. Oppure sì? E non parliamo di certo di premonizioni pre-morte, amici lettori, quanto di un monito che grava sulle nostre teste come una spada di Damocle: alla morte non si sfugge. Oppure sì, ma solo se siete questo adorabile gattino.

final destination: impossibile ingannare la morte

Fonte: Amore Miao

I protagonisti delle nostre storie, ahinoi, non sono gatti. E senza nove vite od un mantello dell’invisibilità è difficile ingannare la morte per poi “salutarla come una vecchia amica e andar lieta con lei, congedandosi da questa vita da pari a pari”. Eccovi quindi qualche storia da brividi veramente sfortunata.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend