Follie e genialità di Robin Friday, il più grande calciatore che non avete mai visto

Commenti Memorabili CM

Follie e genialità di Robin Friday, il più grande calciatore che non avete mai visto

| 29/11/2018
Follie e genialità di Robin Friday, il più grande calciatore che non avete mai visto

Robin Friday aveva talento da vendere ma anche una testa “bacata”: giocò soltanto 6 stagioni e morì a 38 anni per overdose

Due giorni prima della Pasqua c’è il Venerdì Santo, un aggettivo che non si è meritato un ex sportivo che si chiamava proprio come il quinto giorno della settimana. Stiamo parlando di Robin Friday, l’attaccante che è stato definito “il più grande calciatore che non avete mai visto”. La sua esistenza è stata breve, appena 38 anni ma tutti costellati da istrionismo e comportamenti fuori dalle righe.

La sua carriera ricorda molto quella di George Best, l’asso nordirlandese che era solito affermare di aver speso gran parte dei soldi in alcol, donne e auto, sprecando tutto il resto. Friday non è mai arrivato ai livelli di Best ma avrebbe potuto farlo se non avesse avuto il cervello “bacato”. Nato nel 1952 in uno dei quartieri più difficili di Londra, Acton, si dimostrò un selvaggio (curiosamente come quello che Robinson Crusoe chiamò Venerdì, un’altra coincidenza?) fin da piccolo. Non amava studiare e il calcio era l’unica passione a cui si dedicava con impegno. I provini con le squadre più importanti fallirono tutti proprio per il carattere, però il talento non mancava.

Robin Friday in posa

Nel prossimo paragrafo scoprirete come è iniziata la sua carriera.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend