Il gallo disturbatore di Moncalieri trasferito: potrà cantare indisturbato

Commenti Memorabili CM

Il gallo disturbatore di Moncalieri trasferito: potrà cantare indisturbato

| 29/04/2021
Il gallo disturbatore di Moncalieri trasferito: potrà cantare indisturbato
Fonte: Pixabay

Il gallo disturbatore di Moncalieri non terrà più svegli i residenti del luogo

  • Un gallo disturbatore a Moncalieri aveva turbato per mesi la quiete dei cittadini
  • Cantando per ore durante la notte
  • Anche fino a trecento volte
  • Tanto da costringere i residenti a presentare un esposto per “disturbo della quiete pubblica
  • Ora l’animale verrà finalmente trasferito

 

Tutto è bene quel che finisce bene. Vi ricordate la vicenda del gallo disturbatore di Moncalieri che da dicembre teneva sveglio un intero quartiere? Il canto dell’animale “fino a trecento volte per notte” aveva provocato le proteste dei residenti che si lamentavano di non saper più come zittirlo. I cittadini si erano quindi rivolti agli uffici comunali.

A volte attacca alle 4.30 del mattino e almeno fino alle 8 è un ‘chicchirichì’ continuo”. Questo ovviamente dal lunedì alla domenica, festivi inclusi. Del resto il gallo disturbatore di Moncalieri non faceva caso a quale giorno della settimana fosse. E se magari chi vive in campagna è abituato, lo stesso non si può dire per quelli che abitano in città. L’animale aveva infatti preso residenza nel cortile di un palazzo in via Juglaris.

Denunciato per “disturbo della quiete pubblica”

Esasperati dalla situazione, i cittadini avevano presentato al sindaco un esposto ad inizio aprile. Una sorta di denuncia parecchio bizzarra per “disturbo della quiete pubblicacontro il gallo disturbatore di Moncalieri. I residenti si sono giustificati dicendo di essere anche parecchio preoccupati per l’animale stesso per via del fatto che non viveva nel suo habitat naturale.

Le persone del posto non gliene facevano nemmeno una colpa. Il gallo disturbatore di Moncalieri era infatti intrappolato solo tra cemento, pochi alberi e i rumori della città. Che altro poteva fare se non cantare fino allo sfinimento nel tentativo di richiamare i suoi simili, o meglio le sue simili?

Finalmente il gallo disturbatore di Moncalieri sarà trasferito in un luogo più idoneo

Ma fortunatamente, come detto, tutto si è concluso nel migliore dei modi. Il lieto fine sembra essersi raggiunto proprio per merito del Primo Cittadino di Moncalieri e dell’assessore Borello. I due si sono attivati e hanno trovato un luogo più idoneo dove poter ospitare il gallo, lontano dai palazzi cittadini.

Leggi anche: Il gallo canta troppo presto: ora il padrone dovrà pagare 166 euro di multa

Anche la “cattura” del gallo disturbatore di Moncalieri ha però del paradossale. Un animale così fiero e libero tanto da interrompere bellamente il sonno a tutto il quartiere, non poteva certo farsi prendere in modo anonimo. C’è voluta infatti la complicità di due “pollastrelle bianche” per riuscire a prenderlo e soprattutto, farlo smettere di cantare.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend