Adottano “Gandalf”, un cane dal pelo nero e grigio: anni dopo scoprono che in realtà è un lupo

Commenti Memorabili CM

Adottano “Gandalf”, un cane dal pelo nero e grigio: anni dopo scoprono che in realtà è un lupo

| 12/03/2021
Adottano “Gandalf”, un cane dal pelo nero e grigio: anni dopo scoprono che in realtà è un lupo
Fonte: Pixabay

Gandalf, il “cane-lupo”

  • Una famiglia aveva trovato un cucciolo in fin di vita sul ciglio della strada
  • Una macchina lo aveva investito da poco: i soccorritori lo hanno quindi amorevolmente curato ed infine adottato
  • Dopo anni si sono resi conto che Gandalf, il cucciolo che credevano fosse un cane, è in realtà un lupo
  • È successo a Pistoia
  • Dopo la scoperta, la guardia forestale ha trasferito Gandalf nel centro fauna selvatica “Il Pettirosso” di Modena

 

Una famiglia ha adottato un cane chiamandolo Gandalf, ma anni dopo ha scoperto che in realtà è un lupo. È successo a Pistoia, dove una famiglia aveva trovato un cucciolo in fin di vita sul ciglio della strada. Il cucciolo era stato da poco investito da un’auto ed aveva riportato svariate fratture. 

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

 

Dopo averlo  curato amorevolmente, i soccorritori hanno deciso di adottarlo: il suo nome è così diventato “Gandalf“. Già dagli inizi, Gandalf si presentava molto vivace, sveglio, ma soprattutto selvatico. La spiegazione è arrivata qualche anno dopo: Gandalf, il cucciolo che la famiglia di Pistoia aveva adottato credendo fosse un caneera in realtà un lupo.

La scoperta ed il trasferimento

A confermarlo sono state proprio le analisi del DNA. Dopo la scoperta, la guardia forestale ha dovuto trasferire Gandalf nel centro fauna selvatica “Il Pettirosso” di Modena. In questa struttura, i funzionari assistono gli animali selvatici fino a quando non diventa possibile liberarli ed immetterli nuovamente in natura. Purtroppo, però, per il “piccolo” Gandalf  questo non sarà possibile: il lupo, infatti, non è in grado di sopravvivere in natura a causa delle protesi utilizzate per le fratture subite dopo l’incidente. 

Leggi anche: In Cina uno zoo ha cercato di far passare un cane Rottweiler per un lupo

Per potersi integrare bene nella struttura, Gandalf ora dovrà affrontare tre fasi di adattamento. Dapprima rimarrà in un recinto da solo, poi potrà iniziare a godere della compagnia di altri due lupi ospiti della struttura. Per fortuna, nonostante si tratti di un lupo, Gandalfcontinuerà ad essere accudito come il cucciolo di cane che i suoi primi soccorritori credevano fosse.

 

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend