Il gatto che ha provocato la seconda gravidanza di una donna

Commenti Memorabili CM

Il gatto che ha provocato la seconda gravidanza di una donna

| 21/05/2022
Fonte: Mirror

La gravidanza è stata “decisa” dal gatto

  • Un uomo ha raccontato lo strano modo in cui sua moglie è rimasta incinta
  • La vicenda vede come protagonista il loro gatto
  • La coppia aveva avuto il primo figlio l’anno scorso, dopo una gravidanza difficile
  • Dopo la prima gravidanza, la coppia ha deciso di rinunciare ad avere un altro figlio
  • Il loro gatto, però, aveva il vizio di rovistare nei cassetti per giocare con gli oggetti che vi trovava all’interno
  • Dopo aver usato la protezione, la donna della coppia ha iniziato ad accusare dei sintomi simili a quelli della prima gravidanza
  • Dopo diversi test, il dubbio è scomparso: erano tutti positivi

 

Spesso le coppie sono “vittime” di gravidanze indesiderate. A volte è colpevole la poca attenzione da entrambe le parti, a volte sono le protezioni a fallire nonostante ci si affidi ad occhi chiusi. Insomma, le cause possono essere diverse, ma per la coppia protagonista di questa vicenda il motivo è stato davvero imprevedibile. Un uomo ha condiviso su Reddit tramite un post la bizzarra storia che ha causato la nascita del suo secondo figlio.

 Playtonic1, questo il nome utente dell’uomo, ha raccontato che, insieme alla moglie, aveva preso la decisione di non avere un altro figlio dopo la prima gravidanza della donna, stressante e pericolosa a causa della gestosi. Dopo l’abbandono della pillola anticoncezionale da parte della donna, che le aveva provocato diversi problemi e dolori in passato, la coppia era passata alla più comune protezione esterna per evitare di avere sorprese. Ma così non è stato: il loro gatto color arancio di nome Tom ha giocato un ruolo principale nella nascita del loro secondo figlio.

“Il nostro gatto è un genio malvagio”

Il nostro gatto è un genio malvagio. Penso seriamente che il piccolo cucciolo grassone sia ancora più intelligente del nostro bambino di quasi un anno. Entra in tutto, ma proprio in tutto. Non può fermarlo nessuna porta, cassetto o armadio: se sa dove si trova qualcosa che vuole, la troverà” ha affermato l’uomo.  “È così brutto che per settimane dopo averlo adottato ho pensato che ci fosse poltergeist in casa perché ogni mattina mi svegliavo e trovavo ogni singola porta dell’armadio in cucina spalancata!“, ha aggiunto.

La prima causa dell’avvenimento è stata l’abitudine da parte dell’uomo di conservare le protezioni nello stesso cassetto dei cotton fioc. Tom adora fare a pezzi i cotton fioc, e, a detta dell’uomo, deve averlo notato mentre nascondeva insieme le due cose nello stesso luogo. Dopo qualche ora, ha trovato la scatola dei cotton fioc sparsa per il pavimento insieme al resto del contenuto del cassetto, e, come al solito, non ci ha pensato due volte a mettere tutto a posto e continuare a tenersi il piccolo cucciolo iperattivo per casa.

Il “terzo genitore”

Abbiamo finito per divertirci un po ‘più tardi quella notte, e ricordo di essere inciampato nel bagno, mentre aprivo il cassetto per cercare i preservativi “, ha dichiarato su Reddit. Dopo qualche settimana, la moglie ha iniziato ad avvertire gli stessi sintomi della prima gravidanza, tra la nausea e l’aumento di volume del seno. “Ci siamo immediatamente preoccupati, perchè lei si è sentita allo stesso modo prima di scoprire la sua prima gravidanza. Aveva ancora una scatola di test mezza vuota dell’anno precedente e ha deciso di farne uno solo per essere certo. Seguito da un altro … e un altro … tutti positivi.”

Leggi anche: Finta gravidanza con un cuscino per saltare la coda del supermercato: scoperta e insultata

Così, dopo lo sbigottimento iniziale, l’uomo è andato a controllare le confezioni nel cassetto: guardandole minuziosamente, avevano tutte dei piccoli graffi sulla superficie. Senza dubbio, quindi, il loro secondo figlio ha un “terzo genitore”: è stato proprio Tom a rendere possibile quella gravidanza.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend