L’uomo che organizzò un elaborato funerale per la sua gamba amputata

  • Share

Pomodori verdi fritti alla fermata del treno.

Chi di voi non ha visto il film starà sicuramente pensando “e questo cosa c’entra con il titolo dell’articolo?”. A chi di voi invece è un appassionato fan della scrittrice Fannie Flag o del regista Jon Avnet si sarà sicuramente accesa una lampadina nella memoria. Ma qui non vogliamo far riferimento all’appassionante storia di amore e anticonformismo di due donne che sfidano apertamente il razzismo e il maschilismo dilagante per vivere libere ed in pace, quanto all’incidente in cui rimane convolto il figlio di Ruth, Buddy Jr.

il generale che organizzò un funerale per la sua gamba

Durante un climax esasperato in cui crediamo che il piccolo che stava giocando al lato della ferrovia sia stato travolto dal treno, ci rendiamo conto però che ad essere seppellito non è il bambino, bensì un suo braccio. Il ragazzino nell’incidente ha infatti perso il braccio sinistro, al quale ha voluto rendere omaggio con una vera funzione cimiteriale. Che il film abbia pensato al generale Santa Anna, che nella prima metà del XIX secolo organizzò un funerale per la sua gamba amputata?

Comments

comments

Articoli correlati