Robot come terapia: questo è il futuro, ma estinguerà il genere umano

Commenti Memorabili CM

Robot come terapia: questo è il futuro, ma estinguerà il genere umano

| 04/09/2020

Altro che bambola gonfiabile.

  • Alcuni medici pensano che i robot possano essere utili per curare le disfunzioni sessuali
  • Di questo si è parlato nel convegno “Applied Evolutionary Psychology Society’s Mental Health Symposium”
  • I nuovi robot potranno anche interagire con i loro partner
  • Il pericolo che si corre è che l’uomo non sia più attratto dalle donne in carne ed ossa
  • Questo potrebbe portare all’estinzione del genere umano, perché più nessuno farebbe figli

 

Ormai le intelligenze artificiali fanno parte della nostra vita quotidiana. Nei laboratori vengono messi a punto robot sempre più sofisticati in grado di sostituire l’uomo in tutto e per tutto. L’uomo… e la donna, se è per questo. Pare infatti che, in capo ad una decina di anni, verranno messi a punto robot con una funzione specifica in campo medico.

Ci sono molte persone che soffrono di disturbi legati alla sfera sessuale. I medici e gli scienziati sono convinti che relazionarsi con un robot possa essere per questi malati una valida terapia. Se ne è discusso durante il convegno“Applied Evolutionary Psychology Society’s Mental Health Symposium”. Le argomentazioni che sono emerse mettono in luce aspetti un po’ inquietanti di tutta la faccenda.

Bambole gonfiabili 2.0

La sostanza è che le bambole gonfiabili non possono essere soddisfacenti per un uomo che ha problemi relazionali. Una bambola svolge il suo scopo primario, ma poi non interagisce, non parla, non aiuta cioè il soggetto a superare le sue difficoltà legate al rapporto con l’altro sesso. Ecco perché si stanno mettendo a punto dei robot che rappresenteranno, per così dire, l’evoluzione della bambola gonfiabile.

Questi robot-donna saranno, in primo luogo, bellissimi. Inoltre parleranno, saranno in grado di soddisfare ogni desiderio dell’uomo, anche non strettamente sessuale. In una parola, saranno perfetti (cosa che una donna in carne ed ossa è ben lungi dall’essere). Ma proprio questo è il motivo per cui la dottoressa Marianne Brandon, sessuologa, intervenendo al convegno ha espresso le sue perplessità.

E se…

Potrebbe capitare che gli uomini smettano di sentirsi attratti da una donna vera. La relazione con quest’ultima sarebbe decisamente più difficoltosa. Paradossalmente potrebbe capitare il contrario di quello che si auspica, ovvero un calo, e non un incremento, della libido maschile. Pensate che non sia poi una conseguenza tanto grave? C’è un piccolissimo particolare di cui tenere conto: i robot potranno anche fare sesso, ma di certo non possono procreare.

In una parola, il quadro che ha dipinto la dottoressa Brandon è l’anticamera della fine del mondo. Gli uomini si contenteranno di fare un sesso perfetto ed asettico con degli androidi bellissimi e appetitosi del punto di vista erotico. Non si accoppieranno al fine di fare figli e presto o tardi il genere umano si estinguerà. Spopoleremo il pianeta solo per impedire un po’ di (tutto sommato sano) onanismo.

Leggi anche: Divorzia dalla moglie e decide di andare a vivere con 7 bambole gonfiabili

La questione resta aperta ed è ancora tutta da discutere. Intanto devono essere ancora messi a punto i perfetti “robot  del sesso”, anche se i prototipi che si vedono in giro hanno tutte le carte in regola per riscuotere un successone tra i maschi testosteronici.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend