In Giappone vanno sempre più a ruba le lezioni di pianto

Lezioni di pianto in Giappone
  • Share

Nel paese asiatico le lezioni di pianto vengono considerate fondamentali per combattere lo stress e favorire la salute mentale

Che chiagne a fà, nun ce penzà. Cantava così Nino D’Angelo nel 1982 in “Arrivederci scuola”, brano in cui fingeva di essere uno studente alle prese con le vacanze estive. Non la pensano allo stesso modo in Giappone, dove le lacrime sono importanti al punto da far spopolare le lezioni di pianto. Sembra la parodia del film che vinse la palma d’oro a Cannes nel 1993, invece è tutto vero.

Aziende, scuole e università stanno invitando giovani e meno giovani a piangere per affrontare nel modo migliore lo stress e potenziare la salute della mente. Gli esperti nipponici ne sono convinti, il pianto serve a far scaricare la tensione e a rilassare completamente il sistema nervoso. Inoltre, la Nippon Medical School ha sottolineato come le lacrime siano un sistema di autodifesa infallibile. Nel paese asiatico esiste persino un “professore del pianto” che risponde al nome di Hidefumi Yoshida. Che cosa fa nella vita questo strano individuo?

Lezioni di pianto per occhi a mandorla

In giapponese viene chiamato Namida Sensei e per approfondire la sua professione non vi resta che leggere il prossimo paragrafo.

Comments

comments

Articoli correlati