5 giochi paranormali a cui (non) giocare a tarda notte

  • Share

Cosa si può fare a tarda notte, quando il sonno non sopraggiunge e la vostra casa sembra enorme, buia e silenziosa?

Ma ovviamente renderla ancora più spettrale! Per tutti quelli che sentono di avere fegato, vi raccontiamo cinque giochi paranormali a cui non giocare assolutamente. Tutti corredati da minuziose regole e svolgimenti, si basano per lo più su vecchie leggende del folclore popolare o antichi rituali per evocare defunti o demoni del passato.

Voi siete dalla parte degli scettici tanto temerari da provarli o seguirete il nostro ammonimento di non giocarci assolutamente? Noi per amore della divulgazione ve li raccontiamo, però vi abbiamo avvisato. State in campana.

Bloody Mary

5 giochi paranormali

Il più famoso tra i giochi paranormali è sicuramente Bloody Mary. No, non stiamo parlando del cocktail al pomodoro ma di Maria la sanguinaria, la regnante inglese che verso la fine del XVI secolo pare abbia ucciso brutalmente centinaia e centinaia di protestanti. Tutti ovviamente hanno sentito nominare questo gioco ma siamo sicuri che nessuno di voi l’avrà mai provato.

Come si gioca? Per evocare Mary è indispensabile porsi davanti ad uno specchio in una stanza buia, accendendo una candela e pronunciando il suo nome per tre volte. A questo punto Mary dovrebbe apparire alle vostre spalle, piena di sangue e con intenzioni non propriamente benevole. Giocateci solo se avete intenzione di cambiare casa perché non è noto il modo di mandarla via.

No, non basta spegnere la candela.

Comments

comments

Articoli correlati