Giro d’Italia in bici: 100 giorni per ripulirla dalla plastica

Commenti Memorabili CM

Giro d’Italia in bici: 100 giorni per ripulirla dalla plastica

| 15/09/2020
Giro d’Italia in bici: 100 giorni per ripulirla dalla plastica

In giro per l’Italia per eliminare plastica e rifiuti: la sfida di Myra

  • Myra Stals è una 35enne di origini olandesi che vive in Italia da 8 anni
  • La donna ha avviato un progetto chiamato Cycle 2 Recycle
  • Si tratta di un giro in bicicletta di 100 giorni, durante i quali la ciclista percorrerà 6500 km
  • Il suo obiettivo? Ripulire l’Italia dalla plastica, andando dal Piemonte fino alla Sicilia
  • Sul suo sito web potrete seguire le tappe raggiunte e i kg di plastica raccolti
  • Non solo ambiente: Myra ha anche avviato una colletta alimentare per le famiglie in difficoltà

 

Ben 100 giorni in sella alla sua bicicletta cargo, dal Piemonte fino alla Sicilia. Il suo obiettivo? Un ambizioso giro di 6500 km per ripulire l’Italia dalla plastica. Questa è la storia di Myra Stals, 35enne di origini olandesi. Da 8 anni, dopo esserne rimasta perdutamente affascinata, la donna vive nel Bel paese.

Non c’è dubbio che questa sia una bellissima dimostrazione di affetto. Per seguirla durante il suo giro anti inquinamento, basterà connettersi al sito internet del progetto: Cycle 2 Recycle. Lì potrete scoprire dove si trova, quanti chilometri ha percorso e quanti chili di rifiuti ha raccolto.

Combattere gli sprechi…. pedalando

Finora, la ciclista che combatte gli sprechi ha percorso ben 2748 km, durante i quali ha ripulito 10 regioni d’Italia da quasi 50 kg di plastica. Il suo viaggio, però, non è ancora finito: mancano ancora 37 giorni.

Leggi anche: Gli animali marini di peluche che mostrano i pericoli della plastica

Non solo amore per l’ambiente. Tra le sfide della ciclista non manca  il desiderio di dimostrare che anche le donne possono intraprendere questo tipo di avventure. Inoltre, sul suo sito, Myra ha avviato una raccolta fondi per comprare cibo destinato alle famiglie in difficoltà a causa della pandemia di coronavirus. Che dire? Non ci resta che augurarle buona pedalata!

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend