Tre studi ci spiegano gli effetti collaterali del guardare troppa tv

Commenti Memorabili CM

Tre studi ci spiegano gli effetti collaterali del guardare troppa tv

| 08/06/2021
Fonte: Pexels

Effetti collaterali su chi guarda troppa tv

  • Guardare troppa tv fa male, ce lo dicevano sempre da piccoli i nostri genitori
  • Adesso tocca a noi dirlo a loro, lo confermano tre studi che si concentrano sulla fascia 40/60 anni
  • Questi hanno preso in esame chi non guarda tv, chi ne guarda poca, moderata e molta
  • I partecipanti sono stati sottoposti a test cognitivi e scansione del cervello
  • Chi ne guarda troppa o moderata ha un declino cognitivo più veloce

 

Che guardare troppa tv non faccia bene ce lo potevamo anche immaginare. Ora però tre studi riescono a spiegarci gli effetti collaterali che si hanno guardando troppa tv. Eh, sì, va bene. La tv non la accendete da anni! Lo stesso vale se guardate l’ultima serie tv di Netflix sul pc o sul tablet ovviamente.

Addirittura tre nuovi studi dimostrano che guardare la tv, soprattutto durante la mezza età, non fa affatto bene al cervello. Questi sono stati presentati all’Epidemiology, Prevention, Lifestyle and Cardiometabolic Health Conference 2021 dell’American Heart Association. Gli studiosi hanno analizzato la materia grigia di persone tra i 40 e i 60 anni, prendendo come metro di misura quanto tempo passassero davanti alla televisione. I partecipanti sono stati suddivisi in base a quante volte accendessero la tv: mai, raramente, moderatamente e spesso. Dopodiché sono stati sottoposti a test cognitivi e infine a una scansione MRI del cervello.

I risultati dei tre studi sono importanti per modificare le nostre abitudini

Dai risultati si è evinto che chi trascorreva il suo tempo davanti la tv in maniera moderata e chi lo faceva spesso aveva un maggiore declino cognitivo. Ma anche una riduzione della materia grigia durante l’invecchiamento. Addirittura gli studiosi hanno dimostrato come modificare la propria routine, aumentando di un’ora il tempo trascorso davanti alla tv, causi la diminuzione del volume della materia grigia dello 0,5%.

Uno degli autori degli studi, Ryan Doughert, ha affermato: “Questa è una scoperta importante poiché ora è ben accettato che la neurobiologia della demenza, inclusa l’atrofia cerebrale, inizi durante la mezza età. Questo è un periodo in cui comportamenti modificabili come l’eccessiva visione televisiva possono essere presi di mira. E ridotti per promuovere un sano invecchiamento cerebrale“.

Leggi anche: Il trucco per vincere a FIFA è la postura: è ufficiale!

Neanche l’esercizio fisico è in grado di contrastare gli effetti collaterali del guardare troppa tv. Ma potrebbe farlo sostituire la visione della tv con l’esercizio fisico. Infatti non è ancora chiaro il motivo di questo declino cognitivo ma potrebbe essere collegato alla sedentarietà dell’attività. Un buon modo per tenere il cervello in forma è sostituire la tv con un’attività più movimentata. Spegnerla un’ora prima e fare una passeggiata o, vista la bella stagione, una bella nuotata!

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend