I 20 motivi per amare Supersidekicks [2°parte]

  • Share

  Super side 2

Continua il nostro viaggio alla scoperta dei 20 motivi per cui un titolo come Supersidekicks è destinato a rimanere per sempre nei nostri cuori, nelle nostre menti e nei calli formatisi tra pollice ed indice dovuti ad anni di maltrattamenti di manopole da cabinato

Nel caso vi foste persi la 1° parte vi consigliamo di redimervi leggendola più che lesti.

vittoria

#11  Gli effetti sonori erano spartani e, a distanza di anni, siamo abbastanza certi che i suoni dei passaggi e dei tiri siano gli stessi usati in una qualsiasi scena di scazzottamento nei film di Bud Spencer e Terrence Hill.

Bud spencer

12#  Giocare a Supersidekicks aumentava la tua voglia di diventare un centrale di difesa assassino dato che vedere fischiare un fallo era rarissimo e le entrate criminali si sprecavano più dei preservativi a San Valentino.

super side 3

#14  Quando non avevi la palla, le opzioni per recuperarla erano due: correre letteralmente dentro l’avversario e impossessarsene stile borseggio sul pullman oppure effettuare un’entrata da macellaio cosentino, facendo rimanere l’avversario a terra per almeno 15 secondi (cioè ¾ del match) e rimanendo il 99% delle volte impuniti.

#14  Le partite duravano solo un tempo e la fine imminente del gioco non era segnalata da un timer o da un vero orologio, bensì da uno spicchio che si riempiva velocemente di giallo, diventando rosso negli ultimi secondi e mettendoti addosso la stessa ansia che prova un artificiere in Iraq.

super side 3

#15  Probabilmente per rendere omaggio al Catanzaro il Messico non aveva la classica divisa verde ma appunto quella giallo-rossa.

Messico Catanzaro

Comments

comments

Articoli correlati