I misteri del Titanic: i miti sul transatlantico considerato inaffondabile

Commenti Memorabili CM

I misteri del Titanic: i miti sul transatlantico considerato inaffondabile

| 26/07/2018
I misteri del Titanic: i miti sul transatlantico considerato inaffondabile

Quando il Titanic è affondato sono iniziate dicerie sull’esistenza di diverse maledizioni. Una di queste era associata alla pratica della White Star Line di non battezzare le proprie navi. È sempre stato considerato un rito propiziatorio, in quanto i marinai benedivano le navi perché avrebbero affidato a loro la loro vita. Un’altra ipotesi è legata alla città in cui è stato costruito il Titanic, Belfast. Alla nave è stato affidato il numero 390.904 che, visto in un riflesso, ricorda la parola “nopope”, ovvero uno slogan contro i cattolici. Per questo la nave venne accusata di essere anti-cattolica, in quanto l’azienda che l’ha costruita aveva una forza lavoro quasi del tutto protestante.

Un’altra ipotesi riguarda la maledizione della mummia della sacerdotessa di Amon-Ra. Il suo acquirente, dopo averla comprata, è andato incontro ad una grave disgrazia. Venne, allora, donata al British Museum, dove ha creato diversi problemi misteriosi al personale e ai visitatori. È stata poi comprata dal giornalista William Thomas Stead, che la nascose nella sua macchina per poi salire sul Titanic, per paura che non l’avrebbero accettata. La sera prima della tragedia ha svelato la presenza di questa mummia ad alcuni passeggeri.

Le maledizioni del Titanic

Continuiamo con i misteri.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend