Il “dia de Jumil”, la festa messicana in cui la cimice è la regina della cucina

Commenti Memorabili CM

Il “dia de Jumil”, la festa messicana in cui la cimice è la regina della cucina

| 14/10/2019
Il “dia de Jumil”, la festa messicana in cui la cimice è la regina della cucina

Secondo la tradizione la cimice era sacra e veniva usata per scopo alimentare e medicinale. Oggi viene celebrata nei piatti di una festa a lei dedicata.

Una delle cose più belle del viaggio è la possibilità di assaggiare specialità culinarie diverse dalla nostra. Per quanto la cucina italiana sia una delle più invidiate in giro per il mondo, anche all’estero è possibile assaggiare dei piatti squisiti e varie ghiottonerie. A volte le specialità sono davvero lontane dalla nostra abitudine e diventa piuttosto difficile abbandonare le perplessità e lasciarsi andare ai nuovi sapori.

Da qualche tempo, anche in Italia, si sente parlare di insetti come ingrediente alimentare. Qualcuno rabbrividisce, ma in certi paesi è una consuetudine. Sono 1400 le specie di insetti considerate commestibili e molti gruppi etnici le considerano una risorsa alimentare tradizionale.

Dal 2018 anche in Italia è possibile recarsi al ristorante e scegliere di gustare un piatto a base di insetto. In Africa mangiare formiche o locuste è del tutto consueto. In Australia sono considerate una prelibatezza le formiche honeypot, che trasportano il miele nel loro ventre. Sono grandi come un chicco d’uva e gli aborigeni ne vanno matti.

Fonte: Facebook

In Thailandia scorpioni e millepiedi sono tra le specialità più gettonate. In America Latina le cavallette sono una tradizione servite arrosto con aglio e succo di lime. Insomma, paese che si va usanze che si trovi. A volte vince la curiosità, a volte rimane un tabù che preferiamo conservare gelosamente.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend