La cosa più imbarazzante da dimenticare, secondo la ricerca

Commenti Memorabili CM

La cosa più imbarazzante da dimenticare, secondo la ricerca

| 12/10/2020
La cosa più imbarazzante da dimenticare, secondo la ricerca

Un nuovo studio ha scoperto qual è la cosa più imbarazzante da dimenticare

  • Un recente sondaggio condotto su 2.000 persone ha scoperto qual è la cosa più imbarazzante da dimenticare
  • Si tratta dei nomi delle persone appena conosciute
  • Questa gaffe è in realtà molto comune
  • Questo perché la nostra memoria a breve termine è sempre più influenzata dalla tecnologia
  • Il dottor Charan Ranganath ha fornito una serie di consigli utili per ricordare i nomi

 

Quasi tutti sperimentano qualcosa di imbarazzante da dimenticare ad un certo punto della loro vita: si conosce qualcuno per la prima volta e ci si presenta scambiandosi i nomi. Passano pochi minuti e si rimane coinvolti nella conversazione, solo per rendersi conto di aver scordato il nome della persona che si è appena conosciuta.

Ebbene, un recente sondaggio condotto su 2.000 americani (di età superiore ai 35 anni) ha rilevato che il 32% ritiene che dimenticare il nome di qualcuno sia la perdita di memoria più imbarazzante, ancor più che dimenticare il compleanno o l’anniversario di un partner (22%). Il sondaggio è stato condotto da OnePoll per conto del nuovo Cognium Focus di Natrol.

Tutta colpa della tecnologia

Il sondaggio ha rilevato che oltre la metà (56%) degli intervistati si considera smemorato e il 66% ha dichiarato di essere diventato più smemorato nell’ultimo decennio. Il 45% ha detto che la loro età ha contribuito ad aumentare il loro livello di dimenticanza, ma non è l’unico fattore. Gli intervistati hanno anche accusato la necessità di essere costantemente multitasking (38%) e la tecnologia moderna (33%) come motivi per cui sono diventati più smemorati.

“Se da un lato la tecnologia ha reso la vita delle persone più comoda e accessibile, dall’altro le ha anche sovraccaricate di liste di cose da fare, da gestire e ricordare”, ha detto Harel Shapira, Direttore Marketing di Natrol. “La tecnologia e il multitasking continuo hanno avuto un impatto sui nostri cervelli, li hanno ‘intasati’ e hanno influenzato la memoria a breve termine delle persone.

Un errore comune

Anche se dimenticare il nome delle persone può essere imbarazzante, è più comune di quanto si possa pensare. E secondo il dottor Charan Ranganath, direttore del Memory and Plasticity Program dell’Università della California, Davis, ricordare i nomi può essere difficile. Il dottor Ranganath ha infatti consigliato di trovare qualcosa di caratteristico di una persona o del suo aspetto che possa essere collegato al suo nome che aiuti a ricordarlo. Ha anche detto che ripetere il nome di una persona aiuta a fissarlo nella memoria.

Leggi anche: Se hai una memoria pessima e vuoi migliorarla, devi bere quest’acqua

“È più facile ricordare qualcosa se lo si accoglie passivamente. In realtà stai imparando a vedere immediatamente quel volto e poi a produrre questo nome. Le persone sono più brave a ricordare le cose che sono motivate a imparare, ha spiegato Ranganath. “A volte sei motivato ad imparare i nomi delle persone, altre volte è più una cosa passeggera, e non pensi che sia importante”.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend