5 esperienze pre-morte di persone che hanno visto l’inferno

  • Share

Quello che la cultura cinematografica ci ha insegnato sulle esperienze premorte è la famosa luce in fondo al tunnel.

“Non seguire la luce”, avvisa una non ben identificata voce fuori campo al fine di riportarci qui, ben ancorati sulla terra.
Eppure c’è stato chi ha affermato di non aver visto proprio un varco luminoso nella sua sinistra esperienza, bensì di aver avuto nitide visioni dell’inferno.

Non sapere cosa ci sia dall’altra parte crea un senso di smarrimento in molti, quasi a chiunque. Generalmente, le persone religiose, si sentono più rilassate al riguardo poiché guidate durante la vita da un certo tipo di morale che porterà probabilmente ad un certo tipo di finale. Ma per tutti gli altri, atei in primis, l’incertezza è una macchia che si allarga sempre di più. A rassicurarli, però, possono esserci questi agghiaccianti racconti. Come dite? Non vi rassicurano neanche un po’? Beh meglio di niente, no?

La prima è Tamasa Laroux che a 15 anni tentò di suicidarsi, sparandosi. Ma a quanto pare, nell’impatto con in proiettile, si sarebbe ritrovata in un altro piano di realtà, pieno zeppo di anime in pena. L’inferno, forse? Vide inoltre un demone gigantesco e spaventoso, prima che una mano gigantesca la riportasse a casa.

premorte esperienza all'inferno

Vero o no, una volta scampata al tentativo di suicidio dedicò il resto della sua esistenza a Dio. Ma andiamo a scoprire gli altri racconti.

Comments

comments

Articoli correlati