Sai che potresti influenzare il carattere del tuo cane?

Commenti Memorabili CM

Sai che potresti influenzare il carattere del tuo cane?

| 17/02/2022
Fonte: Pixabay

La personalità di un proprietario influenza molto quella del proprio animale domestico

  • I cani, proprio come le persone, hanno personalità distinte che cambiano nel tempo
  • I proprietari dei cani hanno una grande influenza sul comportamento dei loro animali
  • Quando gli esseri umani attraversano grandi cambiamenti nella vita, i tratti della loro personalità possono cambiare
  • L’indole di un cane influenza l’attaccamento e il legame con i proprietari, il comportamento mordace e persino le malattie croniche
  • I cani giovani e vecchi tendono ad avere tratti di personalità più positivi dopo aver preso lezioni di obbedienza

 

Probabilmente non è una sorpresa per i proprietari, ma, secondo un nuovo studio, i cani, proprio come le persone, hanno personalità distinte che cambiano nel tempo. I ricercatori della Michigan State University affermano che i cani hanno anche gli stati d’animo come gli umani, e i tratti della loro personalità influenzano il modo in cui reagiscono alle diverse situazioni. Lo studio rivela che i proprietari dei cani hanno un’enorme influenza su questi tratti, con i cambiamenti che si verificano come risposta alla personalità o allo stato mentale del proprietario. Per esempio, le persone che si sentivano più felici della relazione con il loro animale domestico tendevano ad avere un cane più attivo ed eccitabile.

Quando gli esseri umani attraversano grandi cambiamenti nella vita, i tratti della loro personalità possono cambiare. Abbiamo scoperto che questo accade anche con i cani, e in misura sorprendente”, ha spiegato l’autore principale William Chopik, professore di psicologia alla MSU, in un comunicato dell’università. “Ci aspettavamo che le personalità dei cani fossero abbastanza stabili perché non sono soggetti a drastici cambiamenti, ma in realtà cambiano molto. Abbiamo scoperto forti somiglianze con i loro proprietari, il momento ottimale per l’addestramento e anche il momento della loro vita in cui hanno maggiore probabilità di diventare più aggressivi verso altri animali”.

I risultati dello studio

Lo studio è uno dei primi – e di gran lunga il più grande – del suo genere. Chopik e il suo team hanno intervistato i proprietari di oltre 1.600 cani, tra cui 50 razze. I cuccioli partecipanti andavano da poche settimane a 15 anni ed erano quasi equamente divisi tra maschi e femmine. Chopik ha creato un ampio sondaggio per i proprietari per valutare i tratti di personalità del loro cane, così come le loro caratteristiche, rispondendo anche ad alcune domande sulla storia comportamentale del loro cane. I ricercatori hanno esaminato, nello specifico, i comportamenti che possono essere predetti dalla personalità. Hanno scoperto che l’indole di un cane influenza l’attaccamento e il legame con i proprietari, il comportamento mordace e persino le malattie croniche. Queste correlazioni mostrano come la personalità di un cane può effettivamente aiutare a prevedere il suo comportamento futuro.

“Abbiamo trovato correlazioni in tre aree principali: età e personalità, somiglianze di personalità da uomo a cane e l’influenza che la personalità di un cane ha sulla qualità della sua relazione con il suo proprietario”, ha dichiaato Chopik. I cani più vecchi sono molto più difficili da addestrare; abbiamo scoperto che il momento ideale per insegnare l’obbedienza a un cane è intorno ai sei anni, quando supera la sua fase di cucciolo ma poco prima che sia troppo abituato ai suoi modi di fare”.

Leggi anche: I cani “sapranno quando l’Apocalisse arriverà” e cercheranno di avvertirci: parola di un esperto

I risultati hanno mostrato che la personalità dei cani cambia nel tempo in base alla qualità delle relazioni con i loro proprietari. L’età di un cane, in particolare, ha avuto un profondo effetto sulla sua personalità, e mentre molti comportamenti possono essere corretti, quelli che derivano dalla paura e dall’aggressività sono più difficili da correggere. Ricerche precedenti hanno dimostrato come i cani possano effettivamente leggere le espressioni facciali dei loro proprietari e diventare più stressati quando sono di cattivo umore.

I ricercatori potrebbero anche aver provato la vecchia credenza che “i cani assomigliano ai loro proprietari”. Hanno scoperto che gli estroversi erano più propensi a possedere cani “eccitabili e attivi”, mentre le persone che riferivano di avere maggiori emozioni negative avevano più probabilità di avere cani descritti come “più paurosi, attivi e meno reattivi all’allenamento”. E coloro che si sono trovati più d’accordo sono stati trovati ad avere cani che erano “meno paurosi e meno aggressivi verso le persone e gli animali”. Lo studio ha anche mostrato che i cani giovani e vecchi tendevano ad avere tratti di personalità più positivi se avevano preso lezioni di obbedienza.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend