Innovazione UBER : sei ubriaco? Arriva l’esperto (enologo)

uber ubriachi macchina applicazione tom hanks
  • Share

Se pensate che essere un autista UBER sia facile, sappiate che non è assolutamente così. Immaginate di essere con la vostra macchina, magari lavata da poche ore e andare a prendere una o più persone reduci da una serata malsana a base di superalcolici marci del Lidl.

Questo è un bel grattacapo non solo per gli autisti, ma anche per chi è responsabile della piattaforma famosa per i viaggi condivisi: gli ubriachi a schifo rappresentano una parte molto importante e “pericolosa” della clientela di Uber.

E’ chiaro che il successo incredibile di UBER sia legato all’offerta di un passaggio economico, sicuro e soprattutto sano per chi ha necessità di spostarsi… o per chi ha bevuto un paio di bottiglie di grappa veneta di troppo. I dati insistono con il dichiarare che vi sono moltissimi utenti UBER che si lamentano per quei clienti ubriachi fradici: sono un problema non soltanto per gli autisti ma anche per gli altri passeggeri quando vi sono viaggi condivisi.

uber ubriachi macchina applicazione Depardieu

Ci sono pertanto delle piccole soluzioni a cui ha pensato Uber : ha richiesto infatti di brevettare un sistema che va a controllare  chi accede alla app. Se stai chiamando un passaggio e sei ubriaco come una pigna, l’autista verrà informato. E’ chiaro che è solo una fase iniziale questa perchè in verità il nuovo software valuta diversi fattori tra cui la precisione e la velocità con cui digitate sullo smartphone (ma anche la rapidità con cui vi muovete tramite GPS). Il tutto integrato con l’orario in cui viene effettuate la chiamata: un conto sono le 2 del mattino, un altro conto è se siete pieni come un tacchino il giorno del ringraziamento alle 10 e mezza di mattina.

Prime proteste…

Non sono mancate le prime proteste anonime delle spugne da bar: la piattaforma dei passaggi naturalmente non ha specificato che l’applicazione riconosce gli ubriachi, ma ha spiegato (aggiustando il tiro) che le finalità del nuovo sistema sono finalizzate a capire se ci sia un’alterazione dello stato di coscienza.  La stampa specializzata ha anche addotto che il sistema potrà servire eventualmente per le forze dell’ordine a valutare stati che portano a “rischio” la persona.

uber ubriachi macchina applicazione

Una delle possibili soluzioni nel momento in cui una persona “alterata” effettua la chiamata è la preclusione all’opzione dei viaggi collettivi oppure la formazione di Uber-isti “specializzati” nel trattare queste evenienze… o con auto che sono già un cesso assurdo!

Vabbè, ci sembra un’ottima idea. Sono le 10 e 34, vado a preparare la mia solita grappa corretta al caffè. Se vi interessa conoscere fatti legati a situazioni alcooliche importanti, potete LEGGERE QUI cosa capita in caso di controllo dell’alcoltest e tu sei un memorabile su un pandino…

Comments

comments

Articoli correlati