Aiuto, c’è un intruso in casa: ma è solo il robot aspirapolvere

Commenti Memorabili CM

Aiuto, c’è un intruso in casa: ma è solo il robot aspirapolvere

| 06/01/2020

Panico per i rumori al piano di sotto: ma per fortuna è solo un malinteso.

Sono tantissime le comodità di cui possiamo usufruire attualmente nelle nostre case. Un tempo – per pulire, spazzare, lavare – c’erano solo tanto olio di gomito e qualche rudimentale strumento. Oggi invece, tra lavastoviglie, lavatrici, forni a microonde, asciugatrici – e chi più ne ha, più ne metta – la fatica che facciamo per i lavori domestici è stata notevolmente diminuita. Non ce ne diciamo di certo dispiaciuti.

Quella certa dose di lassismo che però ormai si sta impadronendo di noi potrebbe anche finire per causare qualche problema. Diciamo che desiderare un aiuto in casa è più che legittimo, quasi doveroso. Ma siamo sicuri che delegare del tutto alle macchine – per quanto intelligenti – le nostre incombenze quotidiane sia davvero una buona idea? Possono crearsi infatti situazioni imbarazzanti.

Sono numerosi i dispositivi “intelligenti” che rendono del tutto automatiche le faccende domestiche. I riscaldamenti si accendono e spengono agli orari convenuti, la lavatrice parte di notte – così che al mattino possiamo stendere i panni – e l’aspirapolvere pulisce in terra senza che noi dobbiamo fare nulla se non programmarlo. Ecco, loro sono dispositivi intelligenti: il problema è che molto spesso quelli che mancano di intelligenza siamo noi umani.

Una serata tranquilla

È una tranquilla serata a casa Milam, nel North Carolina. Durante le festività natalizie la giovane coppia – formata da Thomas e Elisa – si sta godendo un film nell’intimità della sua camera da letto, al piano superiore. Il figlio piccolo, di appena due anni, si è addormentato pacifico nella sua cameretta e i suoi genitori si stanno rilassando dopo una lunga e faticosa giornata.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend