Gli irlandesi andranno al voto per abolire il reato di bestemmia

  • Share

Il referendum è previsto a ottobre: gli elettori dovranno decidere se abrogare la legge che punisce la blasfemia come reato

Per tutto il mondo quelli del 2009 sono stati dodici mesi speciali, tanto da arrivare alla proclamazione di anno internazionale della creatività. Una notizia accolta con entusiasmo soprattutto dai bestemmiatori incalliti, creativi come pochi nel tirare giù santi e divinità. Nel 2010 è cambiato tutto, in particolare per l’Irlanda: dal primo giorno di quell’anno la bestemmia è diventata un reato penale in seguito all’approvazione di una legge.

Insultare Dio o la Madonna può comportare una multa pari a 25mila euro, per non parlare delle incriminazioni e delle citazioni in tribunale. Il testo normativo ha colpito indistintamente, persino un comico locale è finito davanti al giudice per rispondere dell’accusa di blasfemia. Dopo otto anni l’Irlanda non ne può più di questi provvedimenti e fra pochi mesi ci sarà proprio un referendum per abolire l’illecito legato alla bestemmia. L’annuncio è stato ufficializzato dal Ministero della Giustizia e il voto è già molto atteso.

Bestemmia e blasfemia in Irlanda

Gli elettori saranno chiamati alle urne a ottobre, ma su cosa dovranno esprimersi?

Comments

comments

Articoli correlati