Jurassic Park sta per diventare realtà: risvegliate cellule di un mammuth di 28mila anni fa

Commenti Memorabili CM

Jurassic Park sta per diventare realtà: risvegliate cellule di un mammuth di 28mila anni fa

| 21/03/2019
Jurassic Park sta per diventare realtà: risvegliate cellule di un mammuth di 28mila anni fa

Riportate in vita le cellule di un mammuth di 28 mila anni fa: la vicenda somiglia alla trama del film “Jurassic Park

È difficile trovare una persona che non abbia visto la saga dei film “Jurassic Park”, la quale ha come tema centrale il risveglio dei dinosauri. Stavolta la creatura “risvegliata non risulta essere un T-Rex o qualcuno dei suoi simili, bensì un altro tipo di animale preistorico: un mammuth. Quest’ultimo è stato ritrovato nel 2010 e si tratta di un esemplare avente ben 28 mila anni. Gli scienziati sono riusciti a realizzare qualcosa di davvero incredibile con le sue cellule.

Sembra assurdo, ma si tratta di una notizia vera, pubblicata pochi giorni fa. Esattamente, risulta essersi diffusa velocemente tramite il web già a partire dal 14 marzo 2019. Sui social, ha destato non poco stupore e ha scatenato numerosi commenti da parte degli utenti. La domanda che preme di più è capire come sia possibile che gli esperti siano realmente riusciti a risvegliare le cellule del mammut. La tecnica utilizzata risulta essere quella della clonazione.

Riguardo il “protagonista della vicenda” (il mammut), si conoscono addirittura le generalità. Oltre all’età, si sa anche dove aveva vissuto: in Siberia. Inoltre, gli studiosi gli hanno addirittura dato un nome: lo hanno chiamato “Yuka”. Per rendere possibile l’operazione, gli esperti si sono dovuti servire di un topo. Infatti le cellule del mammut sono state prima prelevate dal suo corpo, e poi inserite in quelle del roditore.

Jurassic Park si avvicina: risvegliate cellule di un mammut

Precisamente, tali cellule sono state isolate dal midollo osseo e anche dai muscoli dell’animale preistorico. Così, è stato possibile “estrarle” e trasferirle all’interno del corpo dell’altro animale. Il procedimento relativo a questo “esperimento”, come è stato chiamato da alcuni ricercatori, è stato pubblicato su una rivista. Quest’ultima risulta essere denominata “Science Reports”. In molti si chiedono chi sia stato esattamente a svolgere questa importante operazione scientifica.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend