La città cinese che ha copiato la Tour Eiffel di Parigi

Che i cinesi fossero dei grandi imitatori era risaputo, ma questa volta hanno proprio esagerato.

Tra le qualità delle popolazioni cinesi ne esiste senza dubbio una riconosciuta in tutto il mondo: la capacità di ricreare oggetti, simili agli originali, ma di qualità molto inferiore.

Questo permette di abbattere enormemente i costi di produzioni, con un conseguente guadagno maggiorato da una vendita che punta molto di più sulla quantità rispetto alla qualità.

Una strategia sicuramente molto criticata nel tempo, che ha portato a considerare la civiltà orientale come un problema per il mercato occidentale, vista anche la sua rapida ed irrefrenabile espansione.

Se le imitazioni erano sempre state di “piccoli oggetti”, dall’uso quotidiano, non avremmo mai immaginato che si sarebbero spinti così oltre. Come, per esempio, ricreare un intero quartiere di Parigi. Tour Eiffel compresa.

Comments

comments

Articoli correlati