La ex gli invia una lettera per scusarsi, lui le corregge gli errori grammaticali.

  • Share

La vicenda che andremo a raccontarvi parla di amore e pentimento, ignoranza e scuole mai visitate. Le lettere hanno sempre il loro valore romantico, ma non vi è nessuna legge che obblighi a rispondere in modo positivo. Lo ha capito Nick Lutz, con una risposta probabilmente immatura, ma di rara memorabilità.

La storia è abbastanza comune. Una ragazza, per qualche motivo che non stiamo a spiegarvi perché oramai dovreste avere l’esperienza necessaria per immaginarlo da voi, ha deciso di lasciare il proprio ragazzo, Nick Lutz. Dopo poco tempo, pentendosi della scelta fatta, decide di inviargli una lettera per cercare di riparare al danno che ha creato, tentando di dimostrare che l’amore è ancora vivo in lei. Adesso ci possono essere diversi finali plausibili: la lettera commuove il ragazzo e la coppia riprende la strada che ha interrotto, oppure la lettera non riesce a far breccia nel cuore del malcapitato, e la situazione rimane immutata. Ma se tutto fosse stato plausibile, non saremmo di certo qui a parlarne.

A questo punto, a Nick Lutz, compare la lampadina sulla testa delle migliori invenzioni, quelle che stravolgono per sempre il presente per essere scritte, un giorno, nei libri di storia. Dopo aver letto attentamente la lettera, decide di impiegare il suo tempo a correggere senza pietà ogni errore grammaticale della sua ex, che probabilmente non aveva frequentato Oxford. Il risultato finale è stato che, oltre ad una prima vendetta presa a colpi di penna rossa, la lettera è stata anche rispedita al mittente. Per avere la certezza che il messaggio venisse consegnato e recepito.

Ad alcuni potrebbe sembrare un gesto eroico, ad altri semplicemente un gesto immaturo che poteva essere evitato. In ogni caso, la memorabilità c’è stata. I vostri commenti per descrivere la vicenda, anche. Eccoveli serviti dopo aver corretto tutti gli errori grammaticali:

Comments

comments

Articoli correlati