La memorabilità degli annunci di vendita.

  • Share

Quando la tua istruzione si ferma all’asilo nido, e decidi di mettere un oggetto in vendita, i risultati non possono che essere catastrofici. Abbiamo raccolto della malsana memorabilità veicolata dagli annunci di vendita.

Con l’avvento del web, si è creata la possibilità di vendere e comprare oggetti con una rapidità sensazionale. Crei il tuo annuncio su un sito specifico e aspetti che qualche interessato si faccia avanti. Anche su Facebook la compravendita dell’usato è notevolmente aumentata negli ultimi tempi, ospitata da gruppi sia grandi e generalisti, che piccoli e riguardanti solo il proprio paese. E nei gruppi di paese, l’ignoranza raggiunge livelli estremamente alti. Ogni giorno ci troviamo di fronte a frasi tipo “vendo horologio breille“, ma non è solamente una questione di errori grammaticali. E’ pieno di donne con un coraggio incredibile che tentano di vendere “ciabatta a 5€“, e in quell’esatto momento, nella tua testa, parte un lunghissimo flashback sul tipo di educazione che possa aver ricevuto loro figlio e il contesto familiare generale. E dopo poco razionalizzi che potrebbe essere benissimo la trama per un film horror a basso budget.

Altra nota dolente, è il provare sempre e senza motivo a mettere dei prezzi impressionanti. L’annuncio tipo, in questo caso, può risultare così: “Vendo stufa elettrica ottime condizioni, 1.500€ ottimo affare no perditempo“. Il problema grave, in questo caso, è che l’utente medio non lo fa neanche apposta. Insomma, le compravendite sul web sono una vera e propria dispensa di cromosomi extra per chiunque venga in contatto con esse quotidianamente. Abbiamo raccolto alcune delle migliori testimonianze di assurdità riguardanti gli annunci di vendita, tanto per farvi diventare più stupidi senza dover necessariamente guardare Uomini e Donne. Eccovele servite con Grazia, la badante neoassunta:

 

EXTRA

Eccovi ancora due immagini meno a tema, ma che valgono il vostro tempo.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE (AKA CLICCA SUBITO, ALTRIMENTI NON SARAI FELICE DI TROVARE UN ANNUNCIO DI VENDITA RIGUARDANTE I TUOI ORGANI): Cartelli memorabili, ignoranza ed errori meravigliosi.

Comments

comments

Articoli correlati