La ragazza norvegese che appende particolari “oggetti” usati alle pareti di casa.

  • Share

C’è chi ama fare sport, chi viaggia, e chi colleziona preservativi usati. Ognuno ha il suo hobby, e questa ragazza ha optato per una collezione decisamente stravagante.

Si chiama Tonje, è una ragazza norvegese di 28 anni e colleziona preservativi usati appendendoli alle pareti della sua stanza. Diciamo che non è propriamente una collezione come ci si aspetta di solito. La raccolta conta al momento 1.900 pezzi, usati da lei e i suoi partner, e acquistati da fonti esterne a caro prezzo. L’obbiettivo è quello di raggiungere i 10.000 pezzi. Il primo condom gli è stato regalato dal suo ex ragazzo, e da quel momento ha iniziato questa stravagante passione facendoseli consegnare anche da amici e parenti. Ciò che ha spinto Tonje verso questo passione è stata -spiega la donna- l’odore dei preservativi. Spiega inoltre che il rapporto con l’attuale ex fidanzato è decisamente peggiorato da quando lei ha iniziato la collezione, e che è arrivata ad acquistarne anche 20 al giorno.

Tonja aveva molti amici, ma la maggior parte si è allontanata via via che questa passione iniziava a intensificarsi. Paradossalmente, è invece aiutata dai genitori e soprattutto dal padre, che continua a chiedere ai suoi amici di donare tutto il materiale possibile per la causa della figlia. “Voglio raccoglierne sempre di più” afferma la donna, sostenendo che ogni giorno in cui sa che riceverà un preservativo usato le sembra che sia Natale. Insomma, se già ti sembrava strana la tua collezione di bottiglie di birra e pacchetti di sigarette, avrai appreso la lezione che, nel mondo, ci sarà sempre qualcuno che collezionerà qualcosa di più stravagante di te. In ogni caso, in bocca al lupo per Tonja e che arrivi presto al suo ambito traguardo dei 10.000 pezzi.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE (AKA CLICCA ORA, ALTRIMENTI DOVRAI RIMANERE IN QUELLA STANZA FINCHE’ NON IMPARERAI TUTTI I NOMI A MEMORIA): Luhu, il gatto più triste del mondo che spopola su Instagram.

Comments

comments

Articoli correlati