La storia dell’uomo che ordinò un gelato al bancone, si sedette e si masturbò.

  • Share

Quando pensavamo di averle sentite tutte, puntualmente esce sempre un pioniere che ci porta a scoprire che eravamo in torto. E siamo certi che non ordineremo mai più il fior di latte in gelateria.

Il fatto è successo in una gelateria a Mompiano, in provincia di Brescia. Un uomo si è avvicinato al bancone di una gelateria, ha ordinato il suo gelato, si è seduto ad un tavolino e senza pensarci due volte ha incominciato a masturbarsi davanti ai dipendenti e ai clienti del locale. Tra i presenti, vi erano anche diversi bambini e un carabiniere in borghese, che ha prontamente avvisato i colleghi di intervenire. L’uomo è stato allontanato e accompagnato in questura.

Durante la sera stessa, l’uomo è tornato in gelateria a recuperare la bicicletta che aveva lasciato sul luogo, insultando i presenti come se fosse colpa loro di quanto successo. Perché le cose o lei fai bene o non le fare proprio. Difficile indovinare cosa possa passare nella testa di un uomo per compiere simili gesti. Forse bisogna essere davvero pazzi. O forse, in realtà, era il complimento più sincero che l’uomo potesse fare alla bontà del gelato servito in quella gelateria. In ogni caso, l’uomo è accusato di atti osceni in luogo pubblico.

Il reato di atti osceni in luogo pubblico, è punibile con una multa dai 5.000 ai 30.000 euro e dai quattro mesi ai quattro anni di reclusione. Probabilmente il prezzo più alto che un uomo abbia mai pagato per un gelato. Insomma, un Guinnes World Record del marketing agroalimentare. Abbiamo raccolto alcuni commenti che avete inserito per descrivere la bizzarra vicenda. Anche se voi, fortunatamente, non siete stati multati per questo. Eccoveli serviti con diversi fazzolettini di carta:

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE (AKA CLICCA ORA, ALTRIMENTI MANGERAI SOLO GELATI CON GUSTI BIANCHI E CREMOSI): Ubriaco forza posto di blocco, ma al volante c’è un prete.

Comments

comments

Articoli correlati