La teledidattica diminuisce l’ansia? La risposta degli esperti

Commenti Memorabili CM

La teledidattica diminuisce l’ansia? La risposta degli esperti

| 05/10/2020
La teledidattica diminuisce l’ansia? La risposta degli esperti

Secondo uno studio inglese la teledidattica nel lockdown non ha causato danni agli studenti, anzi  ha diminuito la loro ansia

  • Un nuovo studio ha esaminato l’ansia degli studenti durante la teledidattica attuata nel lockdown
  • Le ripercussioni psicologiche su bambini e famiglia per la chiusura delle scuole sono stati dimostrati attraverso diverse ricerche
  • Il recente studio inglese però dimostra un risultato inaspettato per molti
  • La teledidattica diminuisce l’ansia
  • La scuola causerebbe ansia agli studenti inglesi per varie ragioni tra cui bullismo e pressioni per le verifiche.

 

Dal Regno Unito, precisamente dall’Inghilterra arriva una notizia in grado di scuotere gli equilibri nazionali. Secondo uno studio, la teledidattica diminuisce l’ansia. Il lockdown ha portato a lungo a discutere sull’idoneità o meno della teledidattica e sui danni che il non frequentare la scuola avrebbe causato in bambini e ragazzi come tristezza, ansia, isolamento sociale.

Per mesi abbiamo sentito molti genitori affermare la non idoneità della teledidattica, la notizia sensazionale è che secondo uno studio svolto in Inghilterra la teledidattica diminuisce l’ansia e sarebbe la scuola tradizionale a causarla.

Perché la teledidattica diminuisce l’ansia?

Molti si staranno chiedendo come possa essere possibile un’affermazione simile e avranno riletto più volte la frase per assicurarsi di aver letto correttamente. Ebbene sì, avete letto correttamente: secondo la ricerca, la teledidattica diminuisce l’ansia.

I motivi sono differenti: la presenza di fenomeni di bullismo, l’ansia causata dalle verifiche, il rapporto non sempre idilliaco con gli insegnanti.

Leggi anche Banchi in spiaggia: a Vasto lezioni all’aria aperta

In contatto grazie ai social

Si sente spesso parlare dei social network in termini negativi, come se togliessero del tempo ai ragazzi per cose più importanti, ma – dopo aver messo in dubbio un tabù ormai fisso nel periodo post lockdown, ovvero la negatività della teledidattica – questo studio sembra volerne sradicare uno ben più solido, l’accezione negativa dei social. Infatti essi consentirebbero ai ragazzi di stare a contatto tra loro anche a distanza facendo percepire una vicinanza tra loro. Immaginate un lockdown senza social!

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend