Scoperti dai proprietari dell’autorimessa: ladri chiedono aiuto ai carabinieri

Commenti Memorabili CM

Scoperti dai proprietari dell’autorimessa: ladri chiedono aiuto ai carabinieri

| 11/08/2020
Scoperti dai proprietari dell’autorimessa: ladri chiedono aiuto ai carabinieri

L’assurda chiamata d’aiuto dei ladri ai carabinieri: “Arrestateci o ci picchiano

  • Volevano portare a termine un colpo all’interno di un’autorimessa di Bolzano
  • Invece, i ladri hanno rischiato di essere presi a colpi di spranga
  • Ad aspettarli all’interno del locale, infatti, i proprietari armati
  • Così, dopo un inseguimento al cardiopalma, i malviventi si sono rifugiati sul tetto della rimessa di auto
  • Per sfuggire all’aggressione, hanno chiamato il 113 pregando di essere arrestati

 

Sono stati colti sul fatto dai proprietari durante un tentativo di furto all’interno di una rimessa di auto. La reazione delle “vittime“, però, è stata a dir poco memorabile. Armati di spranghe, si sono lanciati all’inseguimento dei poveri malviventi. I ladri, dal canto loro, si sono visti costretti a scappare e chiedere aiuto ai carabinieri.

Il surreale episodio è avvenuto a Bolzano. “Arrestateci, altrimenti ci picchiano“. Queste le testuali parole dei furfanti, che hanno contattato il 112. Immediatamente, una pattuglia delle forze dell’ordine si è recata sul posto, per salvare gli indifesi criminali dall’aggressione.

Sta mano po esse fero e po esse piuma

Un risvolto decisamente inaspettato da parte di una banda di ladri, che da carnefici si sono trasformati in vittime. Dopo aver forzato la serranda della rimessa di auto, infatti, una sorpresina si è parata davanti ai loro occhi increduli. Ad attenderli all’interno, i proprietari dell’autorimessa. Anziché chiamare i soccorsi, però, avevano deciso di allontanare i malviventi in maniera anticonvenzionale.

Leggi anche: Pentiti dopo il furto: ladri restituiscono la refurtiva e offrono un mazzo di fiori

Così, ne è derivato un rocambolesco inseguimento a spranghe spiegate. I criminali, con i proprietari del locale ormai alle calcagna, si sono rifugiati sul tetto dell’autorimessa e hanno chiamato i carabinieri. Così, sono riusciti a scampare alla furia dei loro aggressori. Finiti in manette, anziché in ospedale, ora sono sani e salvi.

 

 

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend