Ladro sorpreso alle 23: si finge decoratore alla ricerca di una perdita d’acqua [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Ladro sorpreso alle 23: si finge decoratore alla ricerca di una perdita d’acqua [+COMMENTI]

| 14/05/2021

Ladro si spaccia per un decoratore

  • Il proprietario di un appartamento a Torino ha sentito rumori provenire dalla cucina
  • Ha allertato il 112 e si è recato a vedere
  • Qui ha trovato un ladro che ha provato a spacciarsi per un decoratore
  • Alla ricerca di una perdita d’acqua
  • Gli agenti sono riusciti ad arrestarlo dopo che è fuggito nel condominio a fianco

 

Siamo in pieno coprifuoco, sono appena passate le 23 quando un uomo, residente di un zona Campidoglio a Torino, ha udito una serie di rumori provenienti dalla cucina. Poi, dopo una rapida occhiata, ha notato la presenza di un fascio di luce proiettato sul muro da una torcia. Immediatamente ha contattato le Forze dell’Ordine e nel mentre si è fatto coraggio e si è diretto verso la stanza. Qui lo aspettava un ladro pronto a fingersi un decoratore dopo essere stato colto con le mani nel sacco.

È proprio questa la bizzarra giustificazione che un quarantaquattrenne gli ha fornito una volta che si sono trovati faccia a faccia. Avendo sentito il proprietario di casa contattare il 112, il malvivente ha provato il tutto per tutto inventandosi una scusa ben poco credibile per dare una spiegazione alla sua presenza in casa.

L’uomo è riuscito a dileguarsi

Il ladro gli ha infatti detto di essere un decoratore alla ricerca di una perdita d’acqua filtrata nell’appartamento che stava ristrutturando. Ovviamente la vittima del furto è rimasta perplessa per qualche secondo e questo momento di distrazione è bastato al quarantaquattrenne per fare uno scatto fulmineo, raggiungere la porta e scappare.

A questo punto sono intervenuti gli agenti del Commissariato San Donato. Hanno ascoltato il testimone ed effettuato un sopralluogo all’interno dell’abitazione. In un angolo del terrazzo hanno notato che vi era appoggiata una scala che partiva dal balcone di un appartamento del condominio di fianco. In tal modo il ladro pseudo decoratore si era introdotto per il furto.

Il ladro ha nuovamente ribadito di essere un decoratore

I poliziotti hanno dunque spostato le loro indagini nell’altro edificio, sentendo i condomini. La verità è presto venuta a galla. Alcuni residenti hanno infatti riferito loro che quell’appartamento era in fase di ristrutturazione da alcuni giorni e che poco prima un uomo aveva citofonato dicendo di essere rimasto chiuso fuori per errore.

Gli agenti si sono quindi messi a battere palmo palmo il condominio, rintracciando ben presto lungo le scale il quarantaquattrenne. Il ladro ha provato nuovamente a fingersi un decoratore, ribadendo la versione data agli altri inquilini: si era chiuso per sbaglio la porta dell’appartamento che stava ristrutturando alle sue spalle.

Leggi anche: “Questa è una rapina” ed estrae una pistola da compressore: messo in fuga a bastonate

Arrestato per tentato furto

Ovviamente la versione non ha convinto i poliziotti che lo hanno messo alle strette. L’uomo alla fine ha ammesso di essersi introdotto nello stabile attiguo, ma solamente per individuare la famosa perdita d’acqua. Peccato che addosso avesse un coltello a serramanico e la sua fedina penale fosse macchiata da precedenti reati. La vicenda si è conclusa con il suo arresto per tentato furto, mentre è indagato per porto d’armi ed oggetti atti ad offendere.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend