L’anima esiste e pesa 21 grammi

Commenti Memorabili CM

L’anima esiste e pesa 21 grammi

| 03/05/2018
L’anima esiste e pesa 21 grammi

L’11 marzo del 1907 una incredibile notizia apparve sul “New York Times”. Una notizia destinata a rimanere nella storia.

Il titolo dell’articolo era il seguente:

«L’anima ha un peso, afferma un dottore»

Il dottore in questione era Duncan MacDougall.

MacDougall divenne famoso per aver condotto un esperimento sui generis, che colpì tantissimo gran parte della popolazione, e soprattutto la comunità religiosa.
Nell’aprile del 1901, il dottore condusse uno studio per tentare di verificare una sua ipotesi: l’anima non sarebbe eterea ma avrebbe una massa ed un peso. Se ve lo state chiedendo no, non faceva uso (dichiarato, almeno) di sostanze stupefacenti.

Per verificare in maniera scientifica la sua teoria, si recò presso una casa di cura, in Massachusetts, e selezionò alcuni malati terminali di tubercolosi, patologia scelta perché la morte giunge con un numero minimo di contrazioni muscolari.  Una volta scelti, i pazienti furono trasportati, nei loro ultimi istanti di vita, su di una grande bilancia. I loro pesi furono monitorati diverse ore prima il decesso, durante ed anche dopo. Il fine era quello di rilevare eventuali differenze di peso.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend