Le pratiche medievali comuni che oggi troveremmo disgustose

Commenti Memorabili CM

Le pratiche medievali comuni che oggi troveremmo disgustose

| 21/05/2018
Le pratiche medievali comuni che oggi troveremmo disgustose

Abbiamo raccolto per voi le più malsane pratiche medievali, così magari la prossima volta che vi capiterà di dovervi sedere sulla tavoletta del water nella sosta all’autogrill, farete meno gli schizzinosi.

Lavarsi con l’urina, cambiarsi gli abiti ogni tre mesi, portare parrucche infestate dalle pulci – queste sono solo alcune delle pratiche ricorrenti che, nell’epoca medievale, erano assolutamente di uso comune. Se avete la tendenza ad essere schizzinosi vi avvertiamo, forse questo articolo non fa esattamente per voi. Oppure forse è proprio quello che fa al caso vostro, dal momento che potrete essere grati di non essere nati nel medioevo, quando era pratica comune fare alcune cose che, al giorno d’oggi, non faremmo probabilmente nemmeno se fossimo costretti con la forza. Abbiamo preparato per voi una lista delle suddette pratiche, giusto per rendere l’idea:

 

1 – Nel medioevo, se durante la notte si doveva andare in bagno (per entrambe le possibili evenienze, grandi o piccole che fossero per intenderci) si faceva tutto all’interno di questa brocca, la quale era posizionata sotto il letto e non veniva mai lavata.

2 – Potevi finire per lavorare come “gabinetto ambulante” per i bisogni fisiologici del re. Esso infatti, oltre ad essere un lavoro ambito, consisteva nel prendersi personalmente cura dei bisogni “grossi” del tuo signore, tenendogli personalmente in posizione questo oggetto.

 

3 – I cittadini comuni non godevano certo dei lussi dei nobili, per questo usavano le foglie al posto della carta igienica.

All’epoca l’igiene era senza dubbio un concetto ben differente rispetto a quello a cui siamo abituati. Preparati, perché siamo solo all’inizio

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend