Le scene dei film senza effetti speciali

  • Share

Scoprire cosa c’è dietro alle scene dei film più famosi ci ha lasciato più di stucco di un muratore quando scopre di aver finito le Peroni.

Il cinema ci regala emozioni indimenticabili dal giorno in cui i fratelli Lumière inventarono il proiettore cinematografico (un spruzzo di cultura, così).

Con l’avvento della tecnologia applicata al cinema queste emozioni si sono arricchite di effetti speciali che fino a qualche decennio fa solo la fantasia era in grado di elaborare, nei sogni o nell’immaginazione dei più creativi. Ma non è tutto oro ciò che luccica.

Capitava che da bambini, durante un film, i nostri genitori ci dicessero: “non ti preoccupare, è tutta finzione”. Oggi, che non siamo più bambini, ma che ci lasciamo comunque assorbire dalle scene dei nostri film preferiti, bisognerebbe riprendere quelle frasi, e trasformarle parzialmente: “preoccupati, è tutta finzione”.

Per ogni scena che ci sembra grandiosa, ci sono un set, degli attori, dei computers, dei calcoli, che potrebbero rovinarne per sempre l’effetto, se svelati. Oggi ne mostreremo alcuni, e non odiateci se vi ricordiamo che, come già sapete, Babbo Natale non esiste.

VITA DI PI

0000(1)
Chi ha visto questo film al cinema sa bene cosa significhi legare la poesia delle scene alla spettacolarità degli effetti. Dopo aver visto la foto che ritrae il set, spoglio di tecnologie, probabilmente saprà che dietro poesia e spettacolarità, c’è una certa desolazione.

0000(1)

In una grande piscina, infatti, è stata adagiata la barca con a bordo il protagonista di una delle più belle pellicole degli scorsi anni. Non è meglio continuare a sognare rispetto alla vista della triste realtà?

GRAVITY

0000(1)

Se già Sandra Bullock è considerata da alcuni ammiratori uno spettacolo di per sè, vederla sospesa nello spazio in Gravity, con la Terra e l’Universo a farne da sfondo, potrebbe rasentare il sogno.

0000(2)

Ma eccola sul set: di Terra e Universo nemmeno l’ombra. Persino il casco è ricostruito al computer.

THE WOLF OF WALL STREET

0000(1)Che effetti speciali potrebbero mai esserci in un film intriso del più spietato realismo? Nessuno. Eppure una innocua passeggiata su un molo, altro non è che una camminata in un set cinematografico, che di quel molo conserva solo l’idea.

0000(1)

Ecco quella che viene definita la magia del cinema. E’ possibile, infatti, ricreare una nuova Venezia dal nulla. Sono sufficienti agli addetti ai lavori pochi click di computer e una location quanto meno simile.

Comments

comments

Articoli correlati