Alcuni dottori stanno mangiando mattoncini Lego per un motivo assurdo

Commenti Memorabili CM

Alcuni dottori stanno mangiando mattoncini Lego per un motivo assurdo

| 01/08/2020
Alcuni dottori stanno mangiando mattoncini Lego per un motivo assurdo

Sei pediatri hanno ingerito volontariamente le teste dei Lego.

  • Il giornale Journal of Paediatrics and Child Health ha pubblicato un curioso studio
  • L’esperimento consisteva nell’ingestione di mattoncini LEGO, più precisamente le teste degli omini
  • Lo scopo era capire cosa accade ad un bimbo se ne ingoia una accidentalmente
  • Per capirlo i sei pediatri che si sono offerti volontari hanno dovuto esaminare le loro feci
  • Uno di loro non ha mai ritrovato la testa
  • Ops

 

Dopo un’abbuffata la sensazione tipica è quella di avere un mattone sullo stomaco. Sei dottori hanno preso fin troppo alla lettera questo modo di dire e per portare a termine un curioso esperimento hanno riempito il loro apparato digerente di… mattoncini. Parliamo di sei pediatri che hanno accettato di prestarsi come volontari per ingerire i pezzi più piccoli dei Lego e far capire ai genitori cosa rischiano i loro bambini.

Il Journal of Paediatrics and Child Health ha raccontato tutto l’esperimento. I medici sono tre uomini e tre donne che hanno trovato il coraggio per ingerire d’un fiato le famose teste gialle dei Lego. Subito dopo il “gustoso” assaggio, i partecipanti hanno cominciato a scrivere un diario in cui si è cercato di mettere nero su bianco le sensazioni provate dall’organismo. In particolare, bisognava capire se i mattoncini potessero avere un impatto sulla vita di tutti i giorni.

Siamo fatti così

Grazie ad opportuni movimenti di pancia hanno poi espulso le teste (non bisogna certo spiegare in che modo) e le feci sono state analizzate con attenzione. In pratica, i pediatri mangia-Lego hanno classificato i loro bisogni usando una scala molto particolare che si chiama Stool Hardness and Transit. Inoltre, è stato calcolato il tempo esatto di transito del gioco dalla gola al momento dell’espulsione.

Il test medico dei pediatri appassionati di teste di Lego si è concluso con dati che in pochi si sarebbero aspettati. Nello specifico, il gruppo goloso ha certificato come i mattoncini richiedano tra gli 1,14 e i 3,04 giorni di tempo per finire nella tazza dopo l’ingestione (accidentale o meno). Il tempo medio del transito è stato di 1,71 giorni, quasi 48 ore in cui la testa è riuscita a fare un viaggio nel corpo umano come neanche il miglior Piero Angela.

Incidente di percorso

Ci sono stati anche degli inconvenienti. Uno dei dottori non ha potuto raccontare di aver ritrovato la testa gialla nelle sue feci.  Si tratta dell’unico componente del team che non è riuscito a espellere l’oggetto. In questo caso le ipotesi sono due. I colleghi del pediatra sfortunato hanno sottolineato come la testa sorridente dei Lego potrebbe essere rimasta “incastrata” nell’intestino oppure potrebbe essersi addirittura disintegrata nel momento del bisogno.

Leggi anche: L’associazione che sta cercando volontari coraggiosi e disposti a camminare a piedi nudi sui mattoncini Lego

L’esperimento ha letteralmente galvanizzato il gruppo di lavoro e non è escluso che ci siano test simili anche in futuro. L’ideale sarebbe che venisse condotto su perfetti sconosciuti e non sul personale medico. In questo modo i risultati avrebbero avuto ancora più valore, ma è stato necessario fare i conti con la realtà. I volontari sono consapevoli che non sarebbe mai stato trovato un “pazzo” disposto a mangiucchiare un giocattolo così piccolo e controllare poi lo stato delle sue feci.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend