La connessione internet scarseggia, segue le lezioni online vicino al cimitero

Commenti Memorabili CM

La connessione internet scarseggia, segue le lezioni online vicino al cimitero

| 17/10/2020
La connessione internet scarseggia, segue le lezioni online vicino al cimitero

Una situazione purtroppo comune ad altri bambini e ragazzi.

  • Carmelita Rael è una bambina di 15 anni
  • Voleva seguire le lezioni online su Zoom
  • Ma a casa sua non c’era internet
  • Così doveva andare fuori casa, in un parcheggio vicino ad un cimitero
  • la linea c’era e poteva seguire i corsi della sua scuola

 

Durante la pandemia di Coronavirus molti ragazzi hanno dovuto seguire le lezioni da casa. Per evitare il contagio le scuole hanno chiuso le aule, e in ogni caso hanno propugnato la didattica a distanza. Questo è un enorme vantaggio, perché permette di portare avanti il programma senza mettere gli studenti a rischio di contagio. Ma non per tutti è così facile seguire le lezioni online.

Lo dimostra la storia di una quindicenne di San Luis, in Colorado. Carmelita Rael ha subito incontrato grosse difficoltà a seguire le lezioni online della sua scuola. Questo perché la connessione internet non era sempre in grado di arrivare con chiarezza alla sua abitazione, una fattoria isolata e circondata da colline. Anche l’installazione di un sistema satellitare non ha apportato molte migliorie, perché il vento interferisce con le trasmissioni.

Digital Divide

Per fare i suoi compiti e parlare con i compagni e gli insegnanti tramite Zoom, Carmelita è stata costretta molto spesso a restare fuori casa, in macchina. In un parcheggio vicino ad un cimitero, infatti, la connessione ad internet ha dimostrato di essere più stabile. Ma la sua vicenda ha dato modo di sottolineare come moltissimi ragazzi come lei abbiano dovuto trovare vari escamotage per seguire le lezioni online.

Leggi anche: La teledidattica diminuisce l’ansia? La risposta degli esperti

Un’altra storia che è stata raccontata riguarda dei bambini che sfruttavano il wi-fi di un ristorante, restando all’esterno del locale ma all’interno della portata della connessione senza fili. Nel caso di Carmelita il problema è il luogo in cui vive, nel secondo caso la povertà. Così, il digital divide che riguarda gli USA (ma, come sappiamo bene, anche molte altre nazioni) è emerso con drammatica evidenza, dimostrando che non tutti hanno le stesse possibilità di fruire della didattica a distanza.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend