L’intervista imbarazzante ad uno dei pelati più famosi del mondo!

  • Share

C’è qualcuno che può dire di non conoscere Johnny Sins? Se il nome non vi dice niente, provate a cercarlo su Google: alla vista della sua testa luciccante seguiranno un sorriso e la risposta “Ma certo che lo conosco!”. Abbiamo raccattato per voi una lista di domande che avreste sempre voluto fare ad un uomo che ha avuto la fortuna di “stare” con 1.500 donne.

Johnny Sins, meglio conosciuto sullo schermo come Il pelato di Brazzers, è uno dei personaggi principali del noto sito web Brazzers. 38 anni, e da quando ne ha 28 milita nell’industria del porno. Nella sua lunga carriera da attore porno, ha rivestito una grande quantità di ruoli: dal sacerdote al maestro di scuola, dal dottore al poliziotto, dal professore al bidello. Ecco le 10 curiosità più strane del pelato di Brazzers raccolte da Vice.com:

Ciao Johnny, la prima domanda è questa: con quante ragazze sei stato? Johnny Sins: Penso di aver recitato in quasi 2000 scene porno, quindi direi 1500 ragazze, perché alcune erano le stesse.

Ok, dopo questa risposta la domanda è necessaria: come fai a mantenere un’erezione? Serve una vita equilibrata, una vita in cui non ci si sbronza tutte le sere, perché la mattina bisogna essere belli svegli, pimpanti e pronti a lavorare. Il mio è uno di quei lavori in cui devi necessariamente essere in forma. Che consigli puoi dare ai nostri lettori per portare avanti una vita sessuale soddisfacente? La prima cosa da fare è chiaramente godere dei piaceri del sesso. Io sono dipendente dalle vagine, quindi per me andare a lavorare tutti i giorni non è un dovere, è un piacere. L’idea di stare ogni giorno con una donna diversa è… incredibile.

Ti sei mai innamorato?

Certo che sì! E lo sono tuttora: sono perdutamente innamorato della mia compagna. Stiamo insieme da quattro anni, ed è una persona incredibile. Ci piace frequentare anche altre ragazze, ogni tanto organizziamo cose a tre. In generale ci troviamo molto bene—e ci divertiamo un sacco.

Cosa fai invece quando sul set devi lavorare con un’attrice che non ti piace? Ti basta trovare anche solo una sua parte del corpo che ti piace e concentrarti unicamente su quella, al 100 percento. È così che faccio per poter dare il massimo.

Qual è la cosa che ti piace di più del tuo lavoro? E quella che ti piace di meno? Sto vivendo il sogno di moltissimi uomini. Quindi la cosa che mi piace di più, dal momento che amo così tanto il sesso, è farlo ogni giorno con una donna diversa.  La cosa che mi piace di meno invece sono le attese. A volte sul set capita di aspettare anche otto ore prima di concludere qualcosa, otto ore in cui non fai assolutamente niente. Sarebbe molto bello arrivare, fare sesso e andarsene. Ma non funziona così, e questa è una cosa che odio. Ma gli attori porno si mastrubano comunque? Io lo faccio, sì, anche se non più come un tempo. Diciamo circa due volte alla settimana. Ma la masturbazione fa bene, la consiglio a tutti. Fatelo!

Quanto ai film porno? Dopo essere stato tutto il giorno sul set hai ancora voglia di vederne?

Certo, non ho smesso nemmeno con quelli. Vado sempre su Pornhub a vedere film porno, e lo faccio per due motivi: innanzitutto per piacere personale, e poi per studiare. In questo ambiente devi sempre sapere cosa fanno i colleghi, le cose che sperimentano, per iniziare a sperimentare tu stesso e in caso inserirlo nelle tue scene. Insomma, anche nel porno bisogna fare corsi di aggiornamento.

 

con quante ragazze sei stato?
Penso di aver recitato in quasi 2000 scene porno, quindi direi 1500 ragazze, perché alcune erano le stesse.

Ok, dopo questa risposta la domanda è necessaria: come fai a mantenere un’erezione?
Serve una vita equilibrata, una vita in cui non ci si sbronza tutte le sere, perché la mattina bisogna essere belli svegli, pimpanti e pronti a lavorare. Il mio è uno di quei lavori in cui devi necessariamente essere in forma.

 

Che consigli puoi dare ai nostri lettori per portare avanti una vita sessuale soddisfacente?
La prima cosa da fare è chiaramente godere dei piaceri del sesso. Io sono dipendente dalle vagine, quindi per me andare a lavorare tutti i giorni non è un dovere, è un piacere. L’idea di stare ogni giorno con una donna diversa è… incredibile.

 

Comments

comments

Articoli correlati