L’olio di palma è uno dei mali del mondo? La Nutella si racconta

Commenti Memorabili CM

L’olio di palma è uno dei mali del mondo? La Nutella si racconta

| 18/12/2018
L’olio di palma è uno dei mali del mondo? La Nutella si racconta

“Da cosa ti sei vestito quest’anno ad Halloween?” “Da olio di palma” “Caspita, terrificante!”

Ma come mai l’olio di palma terrorizza così tanto grandi e piccini (ma soprattutto grandi…)? E come mai un colosso dell’industria dolciaria non ha mai deciso di farne a meno per il proprio prodotto di punta? Ovviamente tutti avrete capito che stiamo parlando della Ferrero e della sua creatura, la dolce e prelibata Nutella. Ma dal giugno del 2015, da quando il ministro francese all’Ecologia, Segolène Royal, ha invitato a boicottare la Nutella, il gruppo piemontese è marcato stretto per la volontà di non voler fare a meno dell’olio di palma nelle proprie ricette.

Nutella e olio di palma

L’industria dolciaria Ferrero, dopotutto, è rimasta tra i pochissimi a bordo del treno “olio di palma” da cui, uno dopo l’altro, i rivali di produzione sono scesi cavalcando le politiche commerciali del “senza”.
Oramai è un fiorire di “senza olio di palma e grassi idrogenati” scritto a caratteri cubitali su qualsiasi prodotto da forno acquistabile nella grande distribuzione. Ma come mai? L’olio di palma è davvero il figlio non riconosciuto del demonio? E la Ferrero vuole forse avvelenarci tutti? Scopriamo cosa sta succedendo nelle prossime pagine.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend