La lumaca con il guscio di ferro che può sopravvivere a temperature altissime

Commenti Memorabili CM

La lumaca con il guscio di ferro che può sopravvivere a temperature altissime

| 16/05/2020
La lumaca con il guscio di ferro che può sopravvivere a temperature altissime

Cominciamo a prendere spunto per la prossima estate (che tanto per cambiare sarà la più calda di sempre).

  • Ci sono tante creature curiose negli abissi marini
  • Una di queste è il Chrysomallon squamiferum
  • Si tratta di una lumaca con il guscio ferroso capace di sopravvivere ad altissime temperature
  • Gli studiosi dell’Università di Hong Kong ne hanno ricostruito il genoma
  • In esso non vi sono geni inediti, diversamente da quanto ci si aspettava

 

Le specie animali che popolano il globo terrestre sono infinitamente numerose. Di certo di meno della metà di loro sappiamo meno della metà di ciò che c’è da sapere. Se poi parliamo degli Oceani, non c’è “Mondo di Quark” che tenga. Le profondità marine sono ancora un grande mistero, per via delle estreme difficoltà che esistono per raggiungerle e quindi per scoprire quale variegata fauna le popola.

Tra le creature sottomarine c’è una lumaca veramente curiosa. Non pensare alle innocue lumachine che gironzolano bavose per il tuo giardino: questa qui ha nientemeno che il guscio fatto di ferro. Insomma, una sorta di lumaca con i superpoteri. Si chiama Chrysomallon squamiferum ma, vista l’ovvia impossibilità di pronunciare correttamente questo scioglilingua, è comunemente nota come lumaca dal piede squamoso, o pangolino del mare.

Di recente i ricercatori dell’Università di Scienze e Tecnologia (HKUST) di Hong Kong, capitanati dal professor Qian Peiyuan, hanno condotto studi approfonditi su 20 lumache dal guscio ferroso. Questi esemplari sono difficili da trovare perché vivono a migliaia di metri di profondità. Nello specifico, gli esemplari considerati nello studio vendono dall’Oceano Indiano. Si è cercato di tracciare la sequenza del loro genoma.

Niente superpoteri

Gli studiosi di Hong Kong erano sicuri di trovare qualche gene inedito, del tutto nuovo. Grande è stata la sorpresa nello scoprire che invece la lumaca dal piede squamoso non è diversa da altri animali marini come le perle delle ostriche, o i calamari. Quello che cambia è il modo in cui i geni sono assemblati, tale che gli permette di sopravvivere ad altissime temperature e ad ambienti dove la vita è altrimenti impossibile.

Leggi anche: Pepper Apollo: la donna che come animali domestici ha 150 lumache

Le scoperte fatte su questi gasteropodi serviranno per mettere a punto dei nuovi ritrovati nel campo della biomedica, ma anche per costruire armature sempre più resistenti. Hai visto mai che il genoma del pangolino di mare possa aiutarci a trovare il modo di sopravvivere all’ambiente più impervio di tutti: la cesta della biancheria piena di calzini sporchi.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend