Madame Popova: la giustiziera vendicatrice delle mogli maltrattate

Commenti Memorabili CM

Madame Popova: la giustiziera vendicatrice delle mogli maltrattate

| 08/10/2019
Madame Popova: la giustiziera vendicatrice delle mogli maltrattate

Madame Popova: una killer efferata oppure una leggenda del folklore contadino?

Di storie che passano di bocca in bocca ce ne sono state tante. Nei meandri della storia, con il passare dei decenni, è divenuta sempre più fumosa la figura di una donna russa che in un trentennio avrebbe ucciso la bellezza di trecento uomini. Il suo nome era Madame Popova.

Della donna in questione non si conosce il nome di battesimo e neppure l’età. Quel che sembra appurato, tuttavia, sono i resoconti dei giornali di oltre un secolo fa, ormai alla stregua di dicerie e superstizioni di paese. Chi era davvero Madame Popova? E perché si era presa in carico il pesante fardello di liberare le mogli vessate dai propri mariti?

Siamo a Samara, a centinaia di chilometri da Mosca. Il Diciannovesimo secolo è ormai agli sgoccioli e nel piccolo paesino è appena stata inaugurata la ferrovia. Una ventata d’aria fresca in un contesto dove l’arretratezza culturale ed emotiva faceva da padrona. Ed è proprio a Samara che per trent’anni Madame Popova operò.

Il più delle volte somministrando veleno, altre brutalmente a mani nude: tutto per salvare donne innocenti dai loro brutali carnefici e tramutandosi inesorabilmente in una delle assassine più prolifiche e terribili della storia a noi conosciuta.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend