Madre caccia di casa il figlio scansafatiche: lui la denuncia alla polizia

Commenti Memorabili CM

Madre caccia di casa il figlio scansafatiche: lui la denuncia alla polizia

| 10/04/2022

Un trentenne messicano ha denunciato la madre per averlo cacciato di casa con una scopa

  • Christian Uriel è un trentenne messicano che vive (per ora) con la madre
  • L’uomo ha però denunciato la donna per essere stato cacciato di casa con violenza
  • Dopo essere tornato nella casa materna per la pandemia, l’uomo si sarebbe incollato ai videogiochi
  • Il trentenne non avrebbe contribuito in nessun modo al bilancio o alle faccende, aspettandosi che tutto gli fosse dovuto
  • La madre, stanca del comportamento scansafatiche del figlio, lo avrebbe sbattuto fuori di casa

 

Pare che il tribunale messicano si sia ritrovato tra le mani una bella gatta da pelare. O, se non altro, una causa giudiziaria decisamente bizzarra. A chiedere l’aiuto delle autorità competenti è stato il trentenne Christian Uriel, il quale si sarebbe recato davanti il procuratore messicano con un’accusa non da poco. L’uomo avrebbe affermato di essere stato cacciato in malo modo dalla madre e dalla zia, le quali lo avrebbero sbattuto fuori di casa lanciandogli addirittura dell’acqua addosso.

Ma ciò che non ha raccontato è il motivo che ha spinto una madre ad un gesto tanto eclatante. Nell’ufficio del procuratore, la mamma di Christian ha illustrato i suoi buoni motivi per una reazione esagerata come quella. Il figlio si era trasferito nella casa di famiglia all’inizio della pandemia da Coronavirus, dopo aver purtroppo perso il lavoro. La madre era ben disposta e felice di dare una mano al figlio, se non fosse che il ragazzo sia rimasto 4 mesi ancorato al divano senza alzare un dito.

Una madre stanca ha cercato di scrollare il figlio adulto, beccandosi una denuncia.

Un tetto gratis, al quale non contribuire né con del denaro e neppure con un aiuto con le faccende domestiche. Seduto sul divano a giocare ai videogiochi tutto il giorno, Christian non ha pensato di cercarsi un lavoro neppure quando il lockdown è terminato. L’uomo avrebbe deliberatamente ignorato le richieste della donna, rimanendo incollato alla televisione. L’istinto materno di una donna stanca ha iniziato a vacillare, esplodendo in una scenata rabbiosa. La madre di Christian ha così telefonato alla sorella e le due donne hanno cercato di dare una svegliata al trentenne scansafatiche.

Leggi anche: Quello che dovresti smettere di fare una volta superati i 30 anni

Si sono così armate di scope, nella speranza di dare una lezione all’adulto dipendente dai videogiochi e gli hanno altresì lanciato addosso dell’acqua. Questo forse un po’ bizzarro… Ad ogni modo, Christian si è detto mortalmente offeso dal comportamento della madre e della zia, arrivando dunque a denunciare entrambe alle autorità del posto. Al momento, pare che il tribunale locale debba ancora pronunciarsi riguardo una causa tanto bislacca. Vedremo chi, tra un joystick e una scopa, riuscirà a spuntarla.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend