Maglietta non autorizzata al seggio elettorale, signora vota in topless

Commenti Memorabili CM

Maglietta non autorizzata al seggio elettorale, signora vota in topless

| 14/09/2020
Fonte: Fox 13

In topless per la democrazia

  • Una signora di circa 60 anni ha deciso di sfidare gli scrutatori con questa scelta di esprimere la sua preferenza elettorale in topless
  • La t-shirt non ha affatto convinto i responsabili del seggio che hanno vietato l’ingresso
  • L’unico modo per votare era quello di indossare un altro indumento più consono
  • La donna poteva tornare a casa e cambiarsi, però ha scelto un’altra strada
  • Il topless è stato sfoggiato senza problemi prima del ritorno a casa in maniera trionfale

Un bel voto, non certo di castità. Una donna residente nel New Hampshire ha preso parte alla recenti elezioni che si sono svolte nello stato americano, ma ha creato non pochi problemi agli scrutatori, tanto da rendere inevitabile il suo ingresso in topless. La storia è assurda come poche altre, anche se vera al 100%. Tutto è iniziato quando ci si è accorti che aveva una maglietta non proprio adatta alla situazione.

La sua t-shirt anti-Trump non è stata affatto gradita e per esprimere la preferenza elettorale le è stato chiesto di rimuoverla quanto prima. Poteva tornare a casa e indossare un altro capo, invece è successo qualcosa di clamoroso. Non se l’è sentita di rincasare e ha preferito togliersi l’indumento e votare in topless, visto che sotto la maglietta non indossava il reggiseno.

In topless al seggio

Fonte: Shared

La maglietta della discordia

L’incidente che ha avuto una certa risonanza in tutto lo stato, è avvenuto presso la Seacoast School of Technology di Exeter, nel primo pomeriggio. Non c’erano molti elettori e la t-shirt con Trump paragonato a uno “zero” (un gioco di parole con “hero”) non ha convinto i responsabili del seggio. La donna aveva circa 60 anni e non si è fatta innervosire dalla precisazione che il voto era impossibile con quelle condizioni. La sua risposta è stata epica: “Forse devo entrare nuda?”.

Leggi anche: La Gioconda in topless, dal 6 luglio esposta a Villa Farnesina

Uno degli scrutatori ha pensato a una provocazione e ha risposto soltanto con un “Se lei se la sente”: nessuno ha fermato la persona che ha votato in topless, un caso più unico che raro. Una volta espressa la preferenza, ha indossato la t-shirt della discordia e se n’è andata dall’istituto scolastico senza proferire la minima parola. Ormai è un’eroina locale, c’è da scommettere che sarà molto attesa la sua presenza elettorale nel corso delle presidenziali di novembre.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend