Coincidenza o maledizione: una pandemia ogni 100 anni

Commenti Memorabili CM

Coincidenza o maledizione: una pandemia ogni 100 anni

| 06/05/2020
Coincidenza o maledizione: una pandemia ogni 100 anni

Diceva qualcuno: due indizi sono una coincidenza, tre indizi sono una certezza.

  • 1720, 1820, 1920, 2020: questi quattro anni sono legati da una caratteristica comune
  • In questi periodi si sono diffuse delle malattie mortali
  • C’è chi parla di “maledizione del ’20”
  • C’è chi ci vede solo una coincidenza

 

Di certo avere parecchio tempo libero da schiacciare aiuta ad elaborare teorie più o meno strampalate. Forse, però, è solo il desiderio di trovare un senso qualunque a quello che ci accade. Fatto sta che già dai primi giorni in cui il Coronavirus ha cominciato a mostrarsi in tutta la sua gravità, spingendo l’OMS a dichiarare la pandemia, si è diffusa una strana teoria in rete.

La teoria si basa su alcuni innegabili fatti storici. Negli ultimi quattrocento anni ci sono state quattro grandi pandemie, volendo includervi anche quella, ancora in corso di Covid-19. Cominciamo nel lontano 1720. A quei tempi si ricorda la peste di Marsiglia: la peste bubbonica imperversò nella città a partire dal 25 maggio, portata da un bastimento carico di cotone e veicolata, sembra, dagli insetti.

Saltiamo in avanti di 100 anni e arriviamo al 1820. All’epoca fu il colera a mietere un gran numero di vittime, si parla in tutto di 100.000 morti. Furono colpiti in particolar modo i Paesi asiatici, dove il contagio fu indotto dalle acque infette. Giungiamo a tempi più recenti, il 1920, quando si diffuse in tutto il mondo la temuta influenza spagnola. Stavolta il computo dei decessi fu ancora più grave: 100 milioni di morti.

maledizione

Fonte: Twitter

La maledizione del ’20

Arriviamo infine ai giorni nostri, al 2020, e sappiamo fin troppo bene quello che sta accadendo. La pandemia di Covid-19 è ancora in corso e solo alla fine potremo fare una realistica stima dei decessi causati da questo virus. Ad ogni modo c’è già chi vede in questa ricorrenza di pestilenze mortali nell’anno ’20 del secolo una sorta di “maledizione”, una piaga già scritta cui l’Umanità non può sottrarsi.

Ad analizzare con maggiore razionalità questa, che è comunque un’evidenza storica, si può obiettare che nel corso dei secoli, purtroppo, ci sono state altre malattie mortali che hanno mietuto numerose vittime in date sparse. Basti citare la peste di Londra, che si verificò nel 1665 e che fu frenata solo da un incendio altrettanto devastante. O ancora, ricordare la peste nera che nel 1855 colpì la Cina, Hong Kong e l’India.

Leggi anche: Gli anni peggiori per vivere in questo ed in altri Paesi del mondo

L’unica evidenza è che purtroppo le malattie sono sempre esistite e molto spesso, nel corso della storia dell’Uomo, hanno assunto proporzioni tali da inibire il normale svolgimento delle attività quotidiane. Quello che ci può consolare è che ogni terribile pestilenza ha poi incontrato la sua fine, permettendo una rinascita successiva. D’altro canto, anche nelle favole le maledizioni non durano mai per sempre.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend