Grande clamore per il manager di banca che va a lavorare coi tacchi a spillo

  • Share

L’uomo ha 30 anni e vive in Australia: non riesce proprio a rinunciare ai tacchi che gli danno tanta autostima e lo fanno lavorare meglio

Siamo nel 2018 e non ci si può certo scandalizzare per le scarpe con i tacchi indossate dai dipendenti di una banca: il problema sorge quando la scelta viene fatta da un uomo. Non avete letto male, in Australia c’è un manager bancario che ha deciso di presentarsi al lavoro col tacco 12, creando un po’ di confusione sulla sua personalità. L’uomo si chiama Ashley e questo di certo non aiuta, visto che è anche un nome tipico femminile.

Tra l’altro non ha scelto un tacco qualsiasi, ma quello più vertiginoso: le ginocchia sono le sue e una volta tornato a casa questo professionista avrà qualche dolore in più rispetto ai colleghi che si vestono in modo più tradizionale. Ma chi è esattamente questo Ashley e perché ha preso una decisione tanto bizzarra? Nell’azienda in cui lavora c’è stata una iniziale e inevitabile ironia mista a incredulità, poi tutti si sono abituati al manager con le scarpe da donna.

tacchi, manager, banca, autostima

C’è ovviamente una spiegazione a tutto e Ashley lo ha chiarito senza troppi problemi.

Comments

comments

Articoli correlati