Marito “scappa” in bagno per non badare ai figli: lei gli disattiva il WiFi

Commenti Memorabili CM

Marito “scappa” in bagno per non badare ai figli: lei gli disattiva il WiFi

| 23/02/2021
Marito “scappa” in bagno per non badare ai figli: lei gli disattiva il WiFi

Il marito va in bagno con lo smartphone ogni volta che dovrebbe prendersi cura dei bambini

  • Una donna si è rivolta a Reddit per lamentarsi del marito
  • La coppia ha due gemelli che hanno meno di un anno
  • Con la scusa dell’assunzione di alcuni farmaci, il marito ha cominciato a chiudersi in bagno ogni volta che i piccoli devono essere cambiati
  • La donna, per vendetta, ha quindi deciso di staccare il WiFi ogni volta che il marito va in bagno
  • L’opinione degli utenti si è divisa a metà

 

L’utente di Reddit – di cui conosciamo solo il nickname, FinalWintersEve – si è rivolta alla community per raccontare la storia di come suo marito abbia il vizio di procrastinare i suoi impegni con i figli oltre ogni limite. Ogni volta che deve occuparsi dei bambini, suo marito va prima in bagno con lo smartphone, passando una media di 25 minuti a guardare i video di YouTube e a navigare sul web.

Stanca degli inganni del consorte per costringerla a fare la maggior parte del lavoro con i bambini, la donna ha preso in mano la situazione. D’ora in poi, ogni volta che lui è in bagno per più di 10 minuti, lei spegne il WiFi.

La spiegazione del marito: “Non è come credi, la colpa è dei farmaci che mi fanno andare in bagno”

“Io e mio marito siamo i genitori di due gemelli che hanno meno di un anno. Ogni volta che mio marito dovrebbe fare qualcosa con i bambini (è il suo turno per un pannolino, un biberon, anche solo per tranquillizzare un neonato capriccioso) va sempre prima in bagno. Al momento siamo entrambi in congedo di maternità/paternità, si legge nel post originale pubblicato su Reddit.

Mio marito è sotto l’effetto di farmaci che gli fanno passare molto tempo in bagno circa un’ora dopo un pasto. È un farmaco che ha preso ed interrotto più volte nell’ultimo anno. Non lo prende mai per più di qualche settimana e non gli fa alcun effetto per tutto il tempo, ma sostiene sempre che è per questo che è in bagno (ho chiesto, il dottore non ha detto che è impossibile, ma è altamente improbabile. Inoltre gli ha chiesto di venire per un controllo, ma mio marito ha risposto che ‘non è così grave’ e si è rifiutato di andarci)”, prosegue il racconto della donna.

SOS pappa e pannolini

“Preferirei lasciargli usare prima il bagno piuttosto che fargli mettere giù un bambino a metà del suo compito, ma negli ultimi due mesi ci ha dedicato sempre più tempo. Prende sempre il suo smartphone. Sta sempre a guardare video su YouTube. La sua sessione media è di 25 minuti, spesso più lunga, raramente più breve”.

Il momento più frustrante è quando si tratta di dar da mangiare ai bambini (uno dei gemelli deve essere seguito appositamente per motivi di salute, quindi non posso raddoppiare la poppata) perché mi devo alzare, riscaldare il biberon, cambiare un bambino, fare in modo che il primo venga nutrito, faccia il ruttino e si metta a letto nella culla, e mettermi in posizione per nutrire il bambino numero due prima di vederlo piangere perché ha dovuto guardare suo fratello mangiare”.

Marito “impegnato”? WiFi disattivato

“Ieri è stata una settimana e mezza che ho iniziato a tenere davvero il conto, e – in 10 giorni – non mi ha mollato per rifugiarsi in bagno solo due volte, lasciando a me l’80% della cura dei bambini. Oggi ho iniziato una nuova regola. Se sta in bagno per più di 10 minuti, spengo il WiFi.

“Oggi non ha trascorso più di 15 minuti in bagno, ma è estremamente sconvolto. Eppure sembra che senza il WiFi il suo incontrollabile problema del bagno si sia risolto piuttosto in fretta, ma lui pensa che io sia irragionevole e devo assicurarmi che la mancanza di sonno non mi renda una str**za”.

Il post in questione ha ricevuto numerosissimi commenti, la maggior parte dei quali ha espresso piena solidarietà alla moglie“Sì, il mio ex faceva la stessa cosa. La pausa più lunga è stata di 3 ore. Tre dannate ore. E non aveva nessun problema medico, solo un acuto egoismo. Una donna del mio gruppo di depressione postnatale mi ha raccomandato di farlo, e stranamente, nel momento in cui accendevo l’interruttore del wi-fi, sentivo lo sciacquone del water e lui scendeva di sotto”, ha risposto un’utente.

Leggi anche: Rimane col membro incastrato in un tubo del bagno, 16enne salvato con una sega circolare

Tuttavia, c’è anche chi si è dimostrato contrario alla decisione “drastica” della moglie. Il tuo è stato comportamento passivo aggressivo. Se vuoi che passi meno tempo in bagno, chiediglielo direttamente, usa le parole, come un adulto”, ha commentato un utente.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend