Perde il denaro ma per paura della moglie inventa una rapina: denunciato [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Perde il denaro ma per paura della moglie inventa una rapina: denunciato [+COMMENTI]

| 20/10/2021

Spaventato dalla reazione della moglie, un marito ha inscenato una rapina pur di passarla liscia

  • L’episodio è avvenuto a Torino, in Piemonte
  • L’uomo avrebbe perso il denaro dopo aver prelevato al bancomat
  • Spaventato per l’imminente reazione della moglie, il marito si è inventato un’ipotetica rapina
  • Scaricando così le “colpe” su dei non identificati malviventi
  • Una videocamera vicina al bancomat, però, ha smascherato la bugia dell’uomo

 

Tra moglie e marito non mettere la… bugia. Specie se ci sono delle prove. È ciò che è avvenuto a Torino, dove un uomo ha perso del denaro poco dopo aver prelevato al bancomat. Episodi che possono succedere e che possono essere all’ordine del giorno. Peccato, però, che in questo caso il marito, evidentemente spaventato da un’ipotetica reazione da parte della moglie, avrebbe inventato una rapina pur di non scatenare le ire della donna.

Preleva al bancomat e perde i soldi, marito inventa rapina per non far arrabbiare la moglie

Stando a quanto ricostruito l’uomo avrebbe quindi prelevato, perso i soldi e, tornato a casa, avrebbe raccontato alla donna di essere stato aggredito da due malviventi proprio in prossimità del bancomat. Secondo il suo (finto) racconto, questi ultimi gli avrebbero intimato di consegnargli tutti i soldi.

Una piccola bugia che, però, gli si è riversata contro. Si, perché le parole del “rapinato” non hanno trovato riscontro con le immagini delle videocamere situate in prossimità del bancomat dove si era recato per prelevare. In queste ultime infatti si vede l’uomo intento solo a ritirare i soldi, senza essere raggiunto da nessun energumeno.

Messo dinanzi alla verità, per il marito non è rimasto altro che ammettere ciò che era realmente accaduto, prendersi le sue responsabilità e dire che non c’era stata nessuna rapina.

A causa della menzogna raccontata, per l’uomo è immediatamente scattata la denuncia per simulazione di reato e procurato allarme.

Leggi anche: Tenta di rubare all’oratorio imitando “Lupin” ma si ferisce e finge una rapina: denunciato [+COMMENTI]

Chiunque inventi disastri, infortuni o pericoli inesistenti, suscita allarme presso l’Autorità, o presso enti e persone che esercitano un pubblico servizio, può essere perseguibile con l’arresto fino a sei mesi o con un’ammenda che può variare dai 10 fino ai 516 euro.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend