Truffa i casinò usando una maschera da anziano: ha rubato 100.000 dollari

Commenti Memorabili CM

Truffa i casinò usando una maschera da anziano: ha rubato 100.000 dollari

| 08/08/2020
Fonte: Cnn.com

Protesi facciale e mani dietro la schiena

  • Maschera, patenti contraffatte e dati rubati: gli ingredienti della truffa
  • Si travestiva da anziano per non creare sospetti
  • Un lungo lavoro di ricerca di informazioni precedeva i colpi
  • Prelevava fingendosi una delle sue vittime, truffando anche il casinò
  • Il passo falso: uno strano rigonfiamento nei pantaloni
  • Arrestato dopo mesi di indagini: potrebbe diventare un anziano vero in carcere

 

Una maschera simile a quella usata per le protesi, patenti contraffatte e dati recuperati da internet: neanche il tempo di un oplà e John Colletti era pronto a trasformarsi in un anziano giocatore di casinò. Sembra che il travestimento fosse tra l’altro molto credibile, vista la somma che l’uomo è riuscito a sottrarre nell’arco di poco tempo.

Secondo quanto comunicato dall’FBI l’uomo, un cinquantacinquenne americano, avrebbe scelto di travestirsi da anziano per rendere meno sospettoso chi avesse effettuato dei controlli.

Ore di osservazione

Sempre stando a quanto raccontato dagli agenti, l’uomo con la maschera da anziano avrebbe trascorso diverso tempo nel cercare di carpire informazioni sulle sue vittime, alle quali avrebbe sottratto diverso denaro nei punti di prelievo e pagamento delle vincite presenti nei casinò.

Il sistema utilizzato da Mr Colletti era sempre lo stesso: si recava nei casinò con la maschera in viso, travestito da anziano e utilizzava poi diverse patenti false con le informazioni raccolte, per prelevare a nome delle ignare vittime. L’attività illecita sarebbe stata identificata presto, ma c’è voluto diverso tempo per risalire alla vera identità del truffatore, che osservando un tavolo da gioco dopo l’altro, era riuscito a portare a casa 100.000 dollari.

Leggi anche: Anziano chiama 24mila volte il call center della sua compagnia telefonica: arrestato

Un rigonfiamento sospetto nei pantaloni

L’uomo è stato smascherato dopo aver effettuato un ultimo prelievo di 20.000 dollari, che aveva insospettito il personale di un casinò. Dopo aver dato alcune spiegazioni sommarie, l’anziano si era recato in bagno non uscendone più; al suo posto era uscito un uomo pi giovane con un grosso rigonfiamento nei pantaloni, probabilmente causato dalla maschera.

Dopo un periodo di indagini durato più di un anno, il falso anziano ha dovuto gettare definitivamente la maschera e sarà processato a breve. Le accuse sono moltissime e vanno dal furto aggravato di identità alla truffa, passando per la frode ai sistemi di accesso. Non si sa con precisione quanto tempo rischi di rimanere in carcere, ma il tempo trascorso dietro le sbarre potrebbe donargli la maschera da nonnetto che tanto profitto gli aveva generato negli ultimi mesi.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend