Si masturbò di nascosto a bordo di un pullman, 38enne assolto perchè era domenica

Commenti Memorabili CM

Si masturbò di nascosto a bordo di un pullman, 38enne assolto perchè era domenica

| 25/02/2020
Si masturbò di nascosto a bordo di un pullman, 38enne assolto perchè era domenica

Un pullman domenicale e un passeggero attento

  • Un uomo di nazionalità nigeriana è finito a processo per un fatto avvenuto nel 2018: in primo grado è stato condannato
  • I giudici della Corte di Appello, invece, l’hanno pensata diversamente ed è arrivata una clamorosa e inattesa assoluzione
  • L’avvocato del 38enne ha individuato gli elementi per ribaltare la sentenza e la polemica si è subito infuocata

Con le mani sbucci le cipolle: doveva sicuramente limitarsi a fare questo con gli arti superiori un 38enne di nazionalità nigeriana che ha disgustato e non poco un pullman due anni fa esatti. La storia risale infatti al 2018, quando lo straniero fu notato masturbarsi nel mezzo da alcuni passeggeri, prontissimi a riprendere il fatto con lo smartphone. Il video è poi stato consegnato a diversi quotidiani del posto, in Trentino Alto Adige, facendo scoppiare un caso. La vicenda è stata ricostruita con precisione.

Secondo quanto precisato, l’uomo aveva appena ricevuto delle immagini hard sul telefono e aveva pensato bene di “sfogarsi” sul pullman, senza preoccuparsi della presenza di altre persone. Il 38enne ha ammesso le proprie colpe e si è scoperta persino la recidività. All’inizio si è pensato di fargli scontare i domiciliari e nel corso del primo processo, il giudice ha inflitto una condanna a tre mesi di reclusione. L’appello ha però stravolto tutto.

Pullman e assoluzione

Fonte: Leggo

Il giorno decisivo per la sentenza

I magistrati del secondo grado non l’hanno pensata allo stesso modo, anzi sono stati riconosciuti i problemi psichici del passeggero ed è stato sottolineato un particolare curioso. La frenetica attività manuale sul pullman si è verificata di domenica, una circostanza che pochi mesi prima non aveva avuto rilevanza. L’avvocato ha spiegato come il reato non sia punibile a causa dell’ora e del giorno del fattaccio, appunto le ultime 24 ore della settimana e soprattutto alle 7:45 di mattina.

Questo vuol dire, secondo il legale e i giudici che gli hanno dato ragione, che non c’era alcun rischio che i minori potessero assistere alla scena, in quanto impegnati a dormire e riposarsi in quel momento. Le accuse contro il 38enne del pullman sconvolto sono quindi cadute ed è arrivata l’assoluzione, nonostante una inevitabile polemica. Bisogna ancora attendere la sentenza definitiva, quella della Cassazione, fatto sta che la ricostruzione dell’avvocato è singolare e potrebbe fare giurisprudenza. Masturbarsi davanti agli altri si può, a patto che si scelga il momento più giusto.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend