Mellow Yellow: quando ci si sballava con le bucce di banana

Commenti Memorabili CM

Mellow Yellow: quando ci si sballava con le bucce di banana

| 09/11/2020
Mellow Yellow: quando ci si sballava con le bucce di banana

La droga più economica che esista

  • Negli anni Sessanta si diffuse la diceria che fumare bucce di banana avesse un effetto psichedelico
  • Molti credevano che la canzone “Mellow Yellow” di Donovan alludesse a questo
  • Ci furono articoli e libri in merito
  • Infine furono condotti studi scientifici
  • Che dimostrarono che le banane sono buone, ma non fanno sballare

 

Nei favolosi anni Sessanta si cercava ogni modo possibile ad immaginabile per raggiungere una visione che andasse oltre, una conoscenza che travalicasse il terreno. Detto altrimenti, si cercava ogni modo esistente per sballarsi. Le droghe più in auge erano l’LSe la marijuana, che però erano poco reperibili, o troppo costose per qualcuno. Così, si cercavano altre vie. Si presuppone che sia nata così la leggenda metropolitana delle bucce di banana psichedeliche.

Pare che la diceria nacque dapprima sulle pagine della rivista “The East Village Other”Il giornalista Paul Krassner parlava della serotonina e del modo l’LSD stimolava questo ormone nel cervello. Krassner scriveva anche che nelle bucce della banana c’è una sostanza che stimola la serotonina. Più tardi questa sostanza ebbe anche un nome: la bananadina.

Bananadina

In pochissimo tempo, quella di fumare bucce di banana essiccate e tramutate in polvere divenne una moda. Molti credevano che la canzone “Mellow Yellow” del popolare cantautore Donovan alludesse proprio all’effetto allucinogeno delle banane. A nulla valse il fatto che lo stesso Donovan disse che invece il suo brano parlava di uno strumento per il piacere femminile di colore giallo.

Leggi anche: Avevano eroina in casa, ai Carabinieri hanno detto che erano “due grossi tartufi”

Poco alla volta, però, la bufala venne a galla. Non che ci volesse poi molto: bastava fumare una sola volta le bucce di banana per capire che non avevano proprio nessun effetto sull’umore o sul cervello. Ciononostante, anche in tempi moderni ci sono stati casi di “fumatori di bucce di banana” e se cerchi su Google troverai una voce su Wikipedia dedicata alla bananadina (che ovviamente non esiste). Ah, i favolosi anni Sessanta.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend