I miracoli di Gesù: che fosse tutto merito dell’olio di canapa?

Commenti Memorabili CM

I miracoli di Gesù: che fosse tutto merito dell’olio di canapa?

| 07/03/2019
I miracoli di Gesù: che fosse tutto merito dell’olio di canapa?

I miracoli, avvenimenti controversi.

Vi abbiamo già raccontato di quanto la figura di quel simpaticone di Gesù parrebbe per diversi aspetti essere piuttosto controversa (atteggiamenti non proprio misericordiosi li trovate in questo articolo). Niente però ci avrebbe mai fatto presagire la possibilità che il Salvatore potesse fare uso di olio di canapa per i suoi cosiddetti “miracoli”.

Che il Redentore non fosse altro che un Yippie fricchettone dai capelli lunghi e la barba incolta? O che fosse un’esperto farmacista, capace di tirar fuori dal cappello le proprietà medicinali della cannabis, facendo riaccendere l’aspro dibattito della nostra epoca moderna?

Pare che molti esperti stiano concordando sulla possibilità dell’utilizzo di olio di canapa e l’accettazione di questa teoria da parte dei ricercatori del globo terrestre potrebbe aiutare a promuovere l’uso della droga leggera come trattamento per tutta una serie di malattie. Insomma, se la usava pure Gesù…

l'olio di canapa nei miracoli di Gesù

Pare che vi siano addirittura testimonianze derivate nientepopodimeno che dalle sacre scritture. Si può leggere nell’Esodo 30:22-25: “Procurati balsami pregiati: mirra vergine per il peso di cinquecento sicli, cinnamòmo odorifero, la metà, cioè duecentocinquanta sicli, canna odorifera, duecentocinquanta, cassia, cinquecento sicli, secondo il siclo del santuario, e un hind’olio d’oliva. Ne farai l’olio per l’unzione sacra, un unguento composto secondo l’arte del profumiere: sarà l’olio per l’unzione sacra”. Da nuove traduzioni parrebbe che la “canna odorifera” non fosse altro che la moderna canapa…

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend