Da Pluto a Cenerentola: i misteri irrisolti della nostra infanzia

Commenti Memorabili CM

Da Pluto a Cenerentola: i misteri irrisolti della nostra infanzia

| 21/03/2020

Le domande che tutti ci siamo posti almeno una volta

  • I misteri irrisolti che hanno unito generazioni di bambini
  • I misteri delle favole e dei fumetti: da Disney a Cenerentola
  • Cartoni animati senza un perché

Ci sono misteri irrisolti che aleggiano sulle nostre vite e provengono dall’infanzia. Tutti, prima o poi ci siamo posti queste domande. Non ci sono alternative e chi non se le è mai fatte mente. Li abbiamo raccolti e riuniti per voi, bambini degli anni ’80, ma anche dei ’90 e un po’ del nuovo millennio, perché i misteri irrisolti non si negano a nessuno.

Iniziamo la carrellata dei misteri dai fumetti Disney: alzi la mano chi non si è mai chiesto perché il cane Pippo abbia un altro cane come animale domestico. Uno cammina, parla e si veste, mentre l’altro si comporta come un cane standard. Rimaniamo nel mondo Disney e nel rapporto tra animali: cosa mangiano Paperino, Qui, Quo, Qua e simili? Nella dieta dei pennuti non poteva certo mancare un altro pennuto, come mostrano Paperino e nipoti alle prese con un pollo.

Spostiamoci alle favole: perché Cenerentola ha perso la scarpetta se alzava alla perfezione sul suo piede, al punto che solo lei poteva indossarla? Non lo sapremo mai. Tuttavia il mistero che aleggia nella mente di molte ex bambine è piuttosto perché se Cenerentola fosse così unica e indimenticabile, il Principe abbia dovuto girare tutto il regno per ritrovarla. L’unica ipotesi è che fosse talmente ubriaco da non ricordarsi il suo viso.

La logica dei cartoni animati

Continuiamo con i misteri irrisolti passando ai cartoni animati. Rimarrà forse per sempre un mistero il perché i personaggi dei cartoni possano rimanere sospesi nel vuoto, almeno fino a quando non guardano in basso. La risposta è una sola: la gravità nei mondi disegnati funziona diversamente da quella sulla Terra.

Tuffiamoci nel mondo sottomarino di Spongebob, la spugna gialla, con un’altra domanda: perché una spugna lava i piatti in fondo al mare? E soprattutto: con cosa lava i piatti una spugna? Spongebob dovrebbe anche rispondere ad un’altra domanda: ma dove sono attaccate le sue braccia? Apparentemente a metà testa, ma rimane il dubbio su come possa infilarsi la maglietta. E come fa a fare le bolle di sapone o accendere un fuoco sott’acqua?

Leggi anche: Traumi infantili: quando in Francia e Spagna hanno scambiato le sigle di Holly e Benji e Lupin III

Concludiamo con un ultimo dubbio irrisolto: i cartoni animati ed i vestiti. Oltre alla già citata maglietta di Spongebob, perché Tom e Jerry girano nudi ovunque, tranne in spiaggia? Perché Paperino indossa la maglietta ma non i pantaloni e Topolino invece fa il contrario? Perché Torakiki di Hello Spank portava la cravatta? Rimarranno per sempre misteri irrisolti, ma per una soluzione forse basterebbe solo un po’ di fantasia (e di bontà).

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend