Lavoro, stop riunioni inutili: all’estero si diffonde il modello zero meeting

Commenti Memorabili CM

Lavoro, stop riunioni inutili: all’estero si diffonde il modello zero meeting

| 11/01/2023
Fonte: Pxhere

Da Shopify a Meta: il modello zero meeting

  • All’estero si sta diffondendo il modello zero meeting
  • Le aziende stanno riducendo la frequenza delle riunioni
  • L’obiettivo è organizzare gli incontri di lavoro solo quando realmente necessario
  • Secondo uno studio, un terzo dei meeting è inutile
  • Un’altra ricerca ha messo in luce che diminuire il numero di riunioni aumenta la produttività e riduce lo stress

 

Alzi la mano chi non ha mai partecipato a una riunione lavorativa noiosa e del tutto inutile. A quanto pare, si tratta di un fenomeno decisamente comune, al punto che all’estero si sta diffondendo una nuova tendenza: il modello zero meeting. Del resto, con lo smart working le riunioni online si sono moltiplicate inesorabilmente e in modo spesso ingiustificato. Per questo, c’è chi ha adottato le prime contromisure.

Tra coloro che hanno adottato il modello zero meeting c’è l’azienda canadese Shopify, che ha proclamato uno stop a tempo indeterminato delle riunioni con più di due persone. Unica eccezione il giovedì, giorno in cui è stata fissata una finestra settimanale per gli incontri con almeno 50 persone. Il co-fondatore dell’azienda, Tobi Lutke, ha spiegato: “È molto più facile aggiungere cose che toglierne. Se si dice sì a una cosa, in realtà si dice no a tutte le altre cose che si sarebbero potute fare in quel periodo di tempo“.

Un vero e proprio meeting reset

Oltre a Shopify, sono numerose altre le realtà che in tempi recenti hanno affrontato la questione delle troppe riunioni. Si tratta di Dropbox, Zapier, Clorox, Twilio e persino Meta. La società proprietaria di Facebook, infatti, è arrivata a proclamare dei giorni in cui i meeting sono categoricamente banditi.

Alcune imprese hanno messo in atto un vero e proprio meeting reset, con cui tutte le riunioni in programma sono state annullate. L’obiettivo? Ricominciare da zero, così da organizzare solo gli incontri considerati davvero utili. Del resto, a sostenere che alcuni meeting non servano assolutamente a nulla è persino uno studio.

Leggi anche: Lo smart working in pigiama danneggia la salute mentale: lo studio

Una ricerca, infatti, ha dimostrato che un terzo degli incontri che si organizzano sono assolutamente non necessari. Un’altra indagine, poi, ha svelato che diminuire il numero degli incontri di lavoro ha effetti positivi sulla produttività dei dipendenti. Lo studio, pubblicato sul Journal of Business Research, ha messo in luce che nelle aziende in cui la frequenza dei meeting è stata ridotta dell’80%, la resa dei lavoratori è aumentata del 75%, mentre lo stress è diminuito del 60%.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend